Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Una settimana fa la morte della cantante ventisettenne

Amy, una voce brillante per uno "sguardo" fragile


Amy, una voce brillante per uno 'sguardo' fragile
30/07/2011, 13:07

È trascorsa una settimana dalla tragica morte di Amy Winehouse. Era sabato scorso quando la cantante fu ritrovata priva di vita nel suo appartamento londinese. L’artista da tempo soffriva di depressione: questo è ormai certo, ma la sua morte, nonostante le numerose ipotesi che sembrano impazzare, resta comunque avvolta nel mistero. Per il momento, dunque, in attesa dei risultati degli esami tossicologici, tante ipotesi e nessuna conferma. Nella fotogallery che segue tutte le debolezze della Winehouse e soprattutto la sua trasformazione, fino ad arrivare a quel 23 luglio scorso e al suo ultimo saluto.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
In questa, e nelle foto che seguono, una Winehouse brillante, nel pieno del suo successo.
A partire da questa foto gli effetti ben evidenti dell'alcol e della droga.
Il disastroso concerto di Belgrado. La cantante non riesce a cantare. Il concerto sarà interrotto e annullato tutto il tour.
Amy Winehouse ai Caraibi per disintossicarsi. La cura non avrà l'esito sperato.
Amy, forse troppo ubriaca, non riesce a tenersi in piedi. Lo stesso anche nella foto successiva, durante un suo concerto.