Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Resi noti i risultati degli esami tossicologici sul cadavere

Amy Winehouse: nessuna droga prima della morte


Amy Winehouse: nessuna droga prima della morte
23/08/2011, 17:08

USA - Si infittisce il mistero sulla morte della cantante Amy Winehouse. Finora si era pensato che la morte fosse stata provocata da un cocktail letale di alcool e droghe. Ma gli esami tosicologici relativi all'autopsia hanno smentito questa ipotesi. Infatti, nel suo organismo è stato trovato alcool, segno che aveva bevuto, ma non droghe. Ed è chiaro che a 27 anni non si muore solo per aver bevuto un po' troppo. Quindi si tratta di capire cosa ha provocato l'arresto cardiaco fatale.
Il responso autoptico è anche una conferma indiretta di come la famiglia della cantante le stesse vicino. Infatti, quando la Winehouse morì, i familiari dissero ai mass media che non poteva essere stato per le droghe, perchè non ne prendeva da un po' di tempo. La frase venne presa con molto scetticismo, ma l'autopsia invece ha dimostrato che avevano ragione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©