Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Ancora una settimana dedicata a "Palco libero al Trianon"


Ancora una settimana dedicata a 'Palco libero al Trianon'
15/09/2012, 10:00

Ancora una settimana dedicata a "Palco libero al Trianon", la rassegna organizzata dal Teatro Trianon di Napoli in collaborazione con il Mei - Meeting degli Indipendenti e il suo festival di musica italiana dal vivo per giovani emergenti Supersound di Faenza, al quale parteciperà direttamente il Trianon, la fiera del disco e della musica DiscoDays e il webmagazine specializzato May Day news di Napoli.

Questi gli appuntamenti della prossima settimana:

1 - Lunedì 17 settembre prossimo, alle ore 19, la rassegna musicale del teatro pubblico del centro antico,ospiterà la presentazione del volume «Tutto un complesso di cose. Il libro di Paolo Conte», scritto da Enrico de Angelis, responsabile artistico del club Tenco.

Ne parleranno il sociologo dell’arte Luigi Caramiello e i giornalisti Alfredo D’Agnese e Stefano De Stefano, moderati da Gennaro Pasquariello, coordinatore di Palco libero. Sarà presente l’autore.

Nel corso dell'incontro saranno eseguiti dal vivo alcuni brani di Conte da Lorenzo Hengeller e Antonio Del Gaudio.

2 - Martedì 18 settembre e mercoldì 19, dalle ore 21.00, "Palco libero al Trianon" ospita "Il Tenco ascolta", due serate dedicate alla canzone d'autore con la presenza di Enrico de Angelis, responsabile artistico del Club Tenco, Annino La Posta, collaboratore del Premio Tenco, e Antonio Silva che presenterà le due serate.

Martedì 18 si esibiranno Peppe Civale, Antonio Del Gaudio, Roberto Giordi e Giovanna Panza; mercoledì 19 Diversamente Rossi, Makardia, Vincenzo Napolitani, Alan Wurzburger.

 

 

GLI ARTISTI

 

Peppe Civale ha studiato pianoforte al Conservatorio. È giunto terzo al Premio Lunezia 2012, al Live Song 2012 è premiato per il miglior testo ed è giunto in finale al Lennon Festival.

 

Antonio Del Gaudio, diplomato in pianoforte, dopo esperienze con punk e jazz, è stato finalista in moltissimi concorsi ed ha tenuto vari spettacoli di teatro-canzone. Ha vinto il Premio Gaber 2008.

 

Roberto Giordi, dopo aver studiato musica latina (bossanova, tango, flamenco) pubblica nel 2011 l'album “Con il mio nome”, con i testi di Alessandro Hellmann, a cui segue “Gli amanti di Magritte”.

 

Giovanna Panza nel 1985 esordisce come vocalist e corista di Eugenio Bennato, poi lavora con Nino Buonocore, Enzo Gragnaniello, Daniele Sepe. È fra i vincitori nel 2004 del Premio Recanati.

 

Diversamente Rossi (nome tratto da una citazione di Pasolini) sono guidati da Vincenzo Rossi e sono stati finalisti in molti concorsi, come Botteghe d’Autore, l’Artista che non c’era e il Premio Bindi.

 

I Makardìa, irpini guidati dalla voce di Filomena D’Andrea, alternano canti della tradizione e brani originali che trattano temi leggendari, onirici o sociali come la migrazione e il caporalato.

 

Vincenzo Napolitani nel 2010 autoproduce il cd “Zanna Bianca”. Al suo attivo diverse serate dal vivo a Napoli, sugli spalti del Maschio Angioino e nei locali del centro storico.

 

Alan Wurzburger è autore di "Sapenno" per Pietra Montecorvino in “FFSS” di Arbore. Il primo cd, omonimo, esce anche in Francia, dove collabora con Arthur H. Seguono "Amour Amer" e “Distruzioni di massa”.

L’incontro è a ingresso libero.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©