Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Pesante offesa del sottosegretario al vignettista pistoiese

Annozero, Santanchè: "Vauro ha le mani sporche di sangue"



Annozero, Santanchè: 'Vauro ha le mani sporche di sangue'
13/05/2011, 09:05

MILANO - La puntata di ieri di Annozero è corsa via in maniera abbastanza soporifera, tutto sommato. Il parterre non era formato da persone che potessero dare verve alla puntata (il leader dell'Udc Pierferdinando Casini, il sindaco di Verona Flavio Tosi, il giornalista Gad Lerner), e non è bastato l'argomento delle polemiche in campagna elettorale ad accendere la discussione. E quindi ci ha pensato la quarta ospite, a ravvivare il tutto: il sottosegretario Daniela Santanchè.
La quale, oltre al suo solito show di insulti a destra e a manca (chissà se si ricorderà che lei non è parlamentare e quindi le sue dichiarazioni non hanno la tutela prevista dall'articolo 68 della Costituzione), ad un certo punto, ha fatto una delle sue solite fiuguracce. Mostrando una foto presa ad un comizio del candidato di centrosinistra di Milano Giuliano Pisapia, afferma che la bandiera che si vede sventolare è quella di Hamas. E da qui una lunga tiritera contro i cattivissimi terroristi di Hamas, di Pisapia che difende i terroristi e via elencando. Poi a metà trasmissione, Santoro le dice che quella bandiera non è di Hamas, ma è la bandiera della Freedom Flottilla, che a giugno si appresta a fare un nuovo tentativo per portare cibo, acqua, medicinali ed altri beni essenziali ai palestinesi chiusi a Gaza, E lo sa da fonte certa: è stata disegnata da Vauro, che come sempre è presente in studio e che lo conferma in prima persona.
Resasi conto della figuraccia, la Santanchè prova a recuperare, accusando Vauro di avere le mani sporche di sangue, dandogli la colpa del tentativo della Freedom Flottilla dello scorso marzo, arrestatosi quando i soldati e la Marina israeliana, con un atto di pirateria internazionale, abbordarono le navi con la forza, trucidando almeno 9 persone, tutte disarmate e colpite alla schiena. Una risposta, quella della Santanchè a cui Vauro replica solo nel finale, quando ricorda che lui a giugno sarà su una delle navi che partiranno per Gaza. Ma è una risposta che si commenta da sola: da quando in qua è un crimine portare aiuti umanitari? Mica è colpa di chi si organizza se c'è uno Stato che vuole lo sterminio di milioni di civili palestinesi solo per prendersi le terre e l'acqua.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©