Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Il Codacons denunciò l'uso di call center per i voti

Antitrust: Rai e Mediset rendano trasparente il Televoto


Antitrust: Rai e Mediset rendano trasparente il Televoto
16/09/2010, 13:09

ROMA - Una comunicazione secca ma decisa dell'Antitrust a Rai e Mediaset: entro 20 giorni devono approvare nuove norme per il ciosiddetto televoto, per impedire che ci siano alterazioni dei risultati. In particolare, ci si riferisce all'ultimo Festival di Sanremo dove ci sono state numerose segnalazioni di call center che venivano incaricati di effettuare un gran numero di telefonate in modo da variare sensibilmente l'andamento del voto.
Non è la prima volta che si parla di questo fatto: anche nella scorsa edizione del Grande Fratello ci furono voci in questo senso di proprietari di call center che venivano incaricati di far pendere la bilancia a favore dell'uno o dell'altra dei concorrenti della casa. Per evitare questo, Antonio Catricalà, presidente dell'Antitrust ha deciso di intervenire: "Ci aspettiamo che le due società si adeguino alle nostre indicazioni perché altrimenti saremmo costretti ad aprire due procedure sanzionatorie. Il meccanismo del televoto deve essere trasparente: il voto degli spettatori che seguono una trasmissione, invogliati anche dall'idea di potere contare nella scelta di un candidato, non può essere falsato, nemmeno potenzialmente, dai voti che arrivano dai call center".
Il sistema più semplice da utilizzare è un semplice filtro automatico che impedisca alle utenze business di chiamare i numeri speciali del televoto. In questa maniera diventa difficile influenzare il voto chiamando da casa. Chi se la accolla la spesa di una mostruosa bolletta telefonica?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©