Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

AppARTissima, domani l'inaugurazione con percorso per normodotati a cura di non vedenti


AppARTissima, domani l'inaugurazione con percorso per normodotati a cura di non vedenti
18/10/2012, 17:57

Si chiama “Bar al buio” il percorso per normodotati organizzato dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti nell’ambito di “AppARTissima”, la due giorni di eventi dedicata all’arte “libera” tra le vie e i locali del centro storico domani venerdì 19 e sabato 20 ottobre. La kermesse è stata presentata dal presidente e dall’assessore alle Politiche sociali della IV Municipalità Armando Coppola e Domenico Sorrentino, dal responsabile dell’associazione “ArteinMovimentoFrancesco Stazio, dal vice presidente dell’IUC Mario Mirabile e dall’artista Christophe Mourey. Il progetto “Bar al buio”, che sarà domani e sabato, dalle 10 alle 13, presso il Caffè Liberty alla Galleria Principe di Napoli, consiste in un’esperienza multisensoriale rivolta ai cosiddetti normodotati per farli avvicinare ai disabili visivi. «È un modo – ha spiegato Mirabile – per far capire agli altri le difficoltà quotidiane di chi vive, per così dire, al buio». I visitatori saranno accompagnati, a gruppi di 20, dagli operatori non vedenti dell’IUC all’interno del locale, in una sala totalmente oscurata, dove verranno sottoposti a quattro prove corrispondenti ai quattro sensi: uditiva in cui ascolteranno un musicista, olfattiva dove odoreranno profumi e aromi, gustativa in cui assaggeranno aperitivi e altri cibi, visiva dove toccheranno con mano le opere d’arte esposte. Ma il programma di “AppARTissima” non si esaurisce qui: vi saranno, infatti, laboratori per bambini (a cura di “Arteteca at work”) che apprenderanno l’arte del quilling, ossia la carta riciclata e arrotolata con cui i piccoli partecipanti comporranno un’opera collettiva; spettacoli teatrali come “Babel” all’Hotel Costantinopoli, con la compagnia teatrale Kalokagatoi; la danza al Museo Archeologico, a cura di Movimento Danza, con coreografie di Gabriella Stazio; concerti di musica con “Be Quiet N…on sono in vendita” al Caffè dell’epoca, a cura di Be Quiet Night; e tanto altro ancora.
Una manifestazione a costo zero per la IV Municipalità «dove in primo piano vi è la riqualificazione del territorio – sottolinea Coppola – un modo per dare una riscossa culturale alla città e al centro storico alla luce dell’ultimo omicidio di camorra che ha visto morire un innocente». Secondo Sorrentino, «sono proprio queste iniziative a rappresentare un’inversione di tendenza in una città da cui tutti vogliono fuggire, ma che ha tanto da offrire, specie in termini di cultura e patrimonio storico-artistico».
Già ottime le previsioni per “AppARTissima”, che nasce dalla collaborazione tra la IV Municipalità e l’Associazione napoletana ArteinMovimento in partenariato con la torinese Yilda-Paratissima e l'adesione della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, della Regione Campania, degli assessori al Commercio e alla Cultura del Comune di Napoli Marco Esposito e Antonella Di Nocera, dell'IUC e di numerosi esercizi commerciali: sessanta iscritti, tra singoli e associazioni, 100 artisti, soprattutto emergenti, napoletani e stranieri, esposizioni non solo nei luoghi tradizionali come musei, ma anche in bar, negozi e ristoranti. Appuntamento, dunque, per l’inaugurazione domani, venerdì 19 ottobre, alle 11, davanti al Museo Archeologico. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©