Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Apre i battenti la rassegna "Terre, Acqua e Fuoco" di Borgo Maiano e rende omaggio a Lucio Dalla


Apre i battenti la rassegna 'Terre, Acqua e Fuoco' di  Borgo Maiano e rende omaggio a Lucio Dalla
29/08/2012, 14:35

Sant'Agnello - E' dedicata a Lucio Dalla la VI rassegna “Terre, Acqua e Fuoco” di Maiano, piccolo borgo di Sant'Agnello, che aprirà i battenti giovedì 30 agosto, alle ore 20.00, e continuerà fino al 2 settembre. Lo sarà perché il cantautore bolognese aveva fatto suo il progetto di realizzare in questo luogo una sorta di bottega-scuola dedicata ai giovani. E la sua presenza era stata molto apprezzata, negli anni, dagli abitanti. Così, alcuni artisti-ceramisti hanno realizzato delle opere, che faranno parte di una delle mostre dislocate negli antichi portoni dei palazzi del borgo, intitolata "Omaggio a LucioDallartigianto” e ispirata alle sue canzoni.

Maiano ha una lunga storia ed è un borgo ricco di usanze, tradizioni ma, soprattutto, conserva, grazie ai suoi artigiani, arti e antichi mestieri. L’associazione “Borgo Maiano”, promotrice della manifestazione, intende proprio  focalizzare l’attenzione su questa realtà virtuosa dell'artigianato in penisola sorrentina. Ed è proprio con l'obiettivo di riportare allo splendore le piccole realtà artigianali del territorio e favorire l' insediamento di un centro di artigianato di eccellenza, nel quale i giovani possano trovare una propria identità lavorativa, che da anni si sta lavorando proficuamente.

Lungo il percorso espositivo, oltre ai portoni allestiti con opere artigianali, si potranno ascoltare musiche popolari e classiche, con il titolo “T'Ammor pe' Maiano”. Ci sarà un settore mercatino, dove acquistare prodotti artigianali di varie regioni e ammirare al lavoro scultori, modellatori, tornitori, decoratori.

E, in questo spazio, si potranno anche degustare specialità gastronomiche campane, umbre e marchigiane. Inoltre, presso l'ex fornace Aversa, si svolgerà una mostra di artigianato artistico e di eccellenze della Penisola sorrentina dal titolo “Passione Artigiana”.

Non mancheranno momenti poetici con Franco Cecere che interpreterà Raffaele Viviani presso la Corte Fornace. Alle 24.00 di giovedì,  così come durante tutte le tre sere, si effettuerà un sorteggio di mezzanotte, con premi per i visitatori.

Quest'anno, variando il programma delle passate edizioni, che prevedevano il gemellaggio con un'unica realtà produttrice italiana alla volta, sono previsti più “gemellati”. Parteciperanno, infatti: la provincia di Perugia, rappresentata dalle città di Deruta, Gubbio, Gualdo Tadino e Città di Castello. Tutte unite per portare a Maiano artigiani che metteranno in luce la loro maestrìa non solo nel campo della ceramica, anche in quello della lavorazione della tela umbra, delle arti grafiche e della gastronomia.

Dalle Marche ritornerà la città di Urbania con le sue befane e con il suo bagaglio di tradizione artistica plurisecolare essendo, l’antica Casteldurante, uno dei più importanti centri dove si producevano alcune tra le più belle maioliche del Rinascimento.

Non mancheranno gli artisti locali, tra i quali figureranno: Luigi Aprea, Lucia Cuomo, Luciano De Simone, Enrico D’Errico, Antonio Ercolano, Giuseppe Ercolano, Antonino Esposito, Teodoro Famiani, Giovanni Gargiulo, Salvatore Gargiulo, Maria Luigia Maresca, Francesco Meo, Valentino Ruggiero, Agostino Russo, Ernesto Scarpato, Gianfranco Schiavo, Massimo Sepe, Vincenzo Vizioli, i fratelli Galano, Paola De Angelis, Andrea Famiani ed Enrico De Cenzo.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©