Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Un esclusivo ed imperdibile live acustico

Arenile Reload: sabato 7 novembre con Raiz & Radicanto


Arenile Reload: sabato 7 novembre con Raiz & Radicanto
03/11/2009, 14:11

Sabato 7 novembre ore 22.30 Raiz & Radicanto in concerto all’Arenile di Bagnoli per un esclusivo live acustico dal titolo “Musica immaginaria mediterranea”.

L’evento segna l’apertura della stagione invernale per Arenile Reload: il concerto sarà preceduto da una cena a buffet (ingresso su prenotazione – 20 euro) e seguito dal dj set di Gianluca Viscovo e Claudio Cerchietto.

Musica immaginaria mediterranea è un progetto che nasce dall’incontro di Raiz con il gruppo barese Radicanto.
Prendendo come spunto le canzoni del proprio repertorio e “standard” molto celebri
l’ensemble propone un viaggio musicale ai quattro angoli della nostra macroregione per dimostrare che una nuova canzone mediterranea popolare – lontana dagli scaffali dei musei di etnomusicologia come dalla “serie B” – è possibile e soprattutto meta da inseguire per chi, dalla Spagna ad Israele, dal Marocco alla Grecia non si arrende ai canoni imposti dal music business internazionale ed anzi lotta ancora per portare fuori dalla categoria di musica “etnica” la propria espressione culturale.
Arrangiando la canzone napoletana come una cantiga sefardita o cantando un tradizionale mediorientale come potrebbe fare Sergio Bruni il progetto cerca di mettere in risalto tutte le cose in cui le differenti culture musicali del mediterraneo si assomigliano – “immaginando” appunto una musica unica e panregionale - portando indirettamente così anche un messaggio di pace e mutuo riconoscimento e rispetto in una parte di mondo ancora purtroppo attraversata da dolorosi conflitti.

RAIZ, voce storica degli Almamegretta, estrarrà dalla valigia che lo accompagna nel suo viaggio,gli strumenti della tradizione, per raccontare un pentagramma di mediterraneo, poesia e immaginazione. La musica senza passaporto e l’immagine di una Napoli di sangue e speranza, di tradizione e dolore, di canto e passione.. Un ritorno alla melodia e alla parola che prescinde dal tempo del reggae.

I musicisti:
Giuseppe De Trizio (chitarre, mandolino) e Fabrizio Piepoli (canto, percussioni, chitarre) noti per il lavoro musicale svolto con Radicanto, nel loro percorso artistico vantano collaborazioni con alcuni tra i massimi esponenti della musica di tradizione, di quella antica, ma anche d'autore e jazz, sia in contesti cinematografici (Craj), che in quelli live e discografici (Teresa De Sio, Raiz, Giovanni Lindo Ferretti, Tabulè, Micrologus, Michel Godard).
Hanno dato vita a colonne sonore per il cinema, il teatro e la televisione e si sono esibiti nei maggiori festival europei. All'attivo vantano sei cd con Radicanto ed uno con il trio Tabulè prodotti con la C.N.I., la Venus dischi e le edizioni musicali Coccodrillo e Terzo Millennio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©