Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Arianna Huffington racconta il nuovo giornalismo al femminile


Arianna Huffington racconta il nuovo giornalismo al femminile
24/09/2012, 15:07

Roma, 24 settembre 2012 – Mercoledì 26 settembre, alle ore 17.00 al Macro  Museo d’arte contemporanea di Roma in via Nizza 138,  Arianna Huffington (giornalista e fondatrice di The Huffington Post, il blog statunitense più famoso) sarà intervistata da Franco Di Mare sul tema della leadership femminile.

 

Dopo la pausa estiva torna l’appuntamento con il ciclo di incontri Leader. Femminile singolare, un’iniziativa che ospita alcune tra le più importanti donne manager per dialogare su un tema di grande attualità: la leadership in rosa. Obiettivo della rassegna è quello di favorire il confronto con alcune tra le più rappresentative personalità femminili. Il ciclo di incontri, grazie alle testimonianze ed esperienze  delle donne coinvolte, vuole mettere in evidenza il valore aggiunto femminile rappresentato dal talento e dalla capacità di innovare all’interno delle aziende.

 

Leader. Femminile singolare è un progetto realizzato da Enel in collaborazione con Roma Capitale e il Macro, con la partecipazione di Valore D – Donne al vertice per l’azienda di domani.

 

Arianna Huffington, giornalista greca naturalizzata statunitense, è Presidente ed Editor in Chief dell’Huffington Post Media Group, nonché co-fondatrice (insieme a Kenneth Lerer e Jonah Peretti) dell’omonimo portale di informazione Huffington Post che, lanciato in rete nel 2005, in breve tempo è divenuto uno dei siti web più seguiti a livello mondiale. Arianna Huffington è stata inserita dal Time Magazine tra le 100 persone più influenti degli USA. Ha studiato Economia alla Cambridge University, oltre a essere stata presidente della Cambridge Union. È autrice e curatrice di numerosi libri e articoli. Da fine settembre The Huffington Post sbarcherà anche in Italia, diretto dalla giornalista Lucia Annunziata.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©