Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

L’evento promosso dalla Regione presentato in Regione

Arriva la 60esima edizione della ‘Graziella di Procida’


Arriva la 60esima edizione della ‘Graziella di Procida’
01/09/2010, 15:09

NAPOLI – E’ stata presentata a Palazzo Santa Lucia la sessantesima edizione della Graziella di Procida e della Sagra del Mare. Alla conferenza stampa hanno preso parte il vicepresidente della Regione Campania con delega al Turismo Giuseppe De Mita, il sindaco di Procida Vincenzo Capezzuto con l’assessore al Turismo e il presidente della Pro-Loco, e il direttore artistico dell’evento Gianni Milano. La manifestazione, che si celebra ormai dal 1939, è uno degli eventi più importanti dell’estate procidana.

Tra le novita' di quest'anno la data di svolgimento (dal 2 al 5 settembre) e la direzione artistica affidata al conduttore di Rai uno Gianni Milano, mentre l'organizzazione sara' capitanata dal team guidato dall'Assessore al Turismo del Comune di Procida Fabrizio Borgogna, dal presidente della Pro Loco Giuseppe Giaquinto e dalla curatrice storica della preparazione delle "Grazielle" Caterina Martino. "Il nostro intento - dichiara Borgogna - e' quello di unire la tradizione, la cultura e la realta' territoriale della nostra isola, unico caso cosi' fortemente radicato in zona, ad una promozione turistica capace di valorizzare le qualita' ed i valori gia' presenti sul nostro territorio. Per questo, abbiamo deciso di dare un forte segnale di richiamo realizzando nella manifestazione momenti di spettacolo di livello nazionale e coinvolgendo artisti e personaggi che possano, insieme a noi, diventare ambasciatori dell'isola, nel mondo". Nell'ambito della quattro giorni procidana si alterneranno il maestro Lino Cannavacciuolo, il percussionista Marzouk Mejri e la poliedrica artista napoletana Lina Sastri. Insieme a loro ci saranno anche lo stilista Rocco Barocco, la scrittrice Tjuna Notarbartolo, il regista Lamberto Lambertini, il produttore cinematografico Sergio Scapagnini e l'attrice Clarissa Burt.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©