Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Art De Coo: arte con oggetti riciclati per aiutare i bambini palestinesi


Art De Coo: arte con oggetti riciclati per aiutare i bambini palestinesi
22/10/2012, 09:05

San Giorgio a Cremano, 22 ottobre 2012 - Il progetto “Art De Coo”, promosso dalla Città di San Giorgio a Cremano e che prevede una mostra di eco-arte per la promozione della cultura della pace e dei diritti umani sarà presentato mercoledì 24 ottobre alle 11 presso il Palazzo delle Arti Napoli – PAN, in via dei Mille 60.

Il progetto “Art De Coo” è strutturato in tre fasi, tra di loro strettamente connesse: la prima prevede un laboratorio educativo/creativo indirizzato alle scuole, nel corso del quale gli studenti, sotto la guida di artisti, realizzeranno oggetti di eco arte da vendere all’asta; la seconda fase prevede  la collaborazione di giovani artisti, architetti, designer, artigiani, che realizzino oggetti d’arte o di uso comune utilizzando materiale di scarto, materiale riciclabile o riciclato o materiale ecologico, che vogliano donare i propri manufatti per venderli all’asta; la terza fase prevede l’esposizione e la vendita all’asta degli oggetti realizzati, il cui ricavato contribuirà a finanziare il progetto di cooperazione internazionale Family Happines, sostenuto da “Un Ponte per…” in collaborazione con il partner locale Beit Atfal Al-Sumud. Si tratta di un sostegno mirato a garantire l’istruzione primaria ai bambini palestinesi con famiglie in difficoltà economica.

Saranno presenti: il sindaco di San Giorgio a Cremano Mimmo Giorgiano; l’assessore comunale alle Politiche Giovanili Michele Carbone; il coordinatore del Laboratorio Città dei Bambini e delle Bambine Francesco Langella; il direttore della BiMed – Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo Andrea Iovino; Giovanni Russo, responsabile regionale di “Un ponte per…”; Paola Manfredi, presidente dell’associazione ReMida Campania, che ha come finalità il riuso creativo di materiale di scarto aziendali ed artigianali; Stefano Varlese, presidente di Yap Italia; Maurizio Capone di Capone & Bungtbangt, costruttore ed ideatore di strumenti musicali ricavati da materiali riciclati 

La Città di San Giorgio a Cremano è da anni impegnato in progetti di promozione della cultura della pace e dei diritti umani. Il progetto nasce dalla collaborazione tra soggetti diversi che, ognuno per le sue competenze specifiche, collaborano da vari anni a diffondere tra i giovani e le scuole in particolare, una cultura basata sul rispetto dei diritti dell’uomo, proponendo ai ragazzi, con l’utilizzo di metodologie di partecipazione non formale, la riflessione su tematiche inerenti la protezione dell’ambiente, la diffusione della cultura, la rivendicazione del diritto alla libertà di informazione, il valore del rispetto della vita umana ed il valore della diversità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©