Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Iniziativa di beneficenza del consigliere comunale Di Marzio

Art Raising: insieme per recuperare gli affreschi delle catacombe di San Gennaro

Raccolta fondi per il restauro

Art Raising: insieme per recuperare gli affreschi delle catacombe di San Gennaro
16/12/2010, 13:12


NAPOLI - Emilio Di Marzio, consigliere comunale del PD e responsabile cultura del partito provinciale, adotta l’Arcosolio di Bitalia, uno degli affreschi delle catacombe di San Gennaro. L’affresco nascosto richiede un’accurata opera di restauro, perché sia riportato al suo splendore. È per questo che Di Marzio ha organizzato Art Raising, un evento di raccolta fondi che si terrà sabato 18 dicembre all’hotel Palazzo Alabardieri, in via Alabardieri 38, dalle ore 10 alle ore 21. In un sabato prenatalizio dedicato allo shopping al centro, ciascuno potrà decidere di compiere un atto di generosità per l’arte, la cultura e la città. L’iniziativa ha uno scopo sociale: le catacombe di San Gennaro sono gestite dalla Cooperativa Sociale ONLUS La Paranza, nata dalla volontà di riscatto di un gruppo di giovani del Rione Sanità. Tale impegno ha fatto sì che l’Arcidiocesi di Napoli affidasse loro le risorse del territorio della Sanità (Basiliche, Catacombe, accoglienza religiosa, servizi socio-assistenziali). Il restauro avverrà entro aprile 2011. Durante l’evento Art Raising, chi vorrà sostenere il restauro dell’Arcosolio di Bitalia con un’offerta a partire da 15 euro, riceverà in dono una stella in rame realizzata dagli Iron Angels, giovani artisti del rione Sanità che, sotto la supervisione di Riccardo Dalisi, creano oggetti in rame, acciaio, ferro e ottone. Dopo l’evento, e fino al primo marzo, sarà possibile fare delle donazioni libere intestate a “Società Cooperativa Sociale La Paranza”, sul conto corrente bancario n. 260036, con causale “Restauro Bitalia”. Per i donatori, inoltre, si organizzeranno delle visite guidate alle catacombe di San Gennaro. Troppo spesso i monumenti e le gemme di Napoli sono abbandonati al degrado, e la ricchezza della città si depaupera giorno dopo giorno. Coperto da formazioni calcaree e sali che ne oscurano la bellezza, l’Arcosolio di Bitalia si trova nelle catacombe di San Gennaro nella Basilica del Buon Consiglio, a Capodimonte, e raffigura insolitamente una donna tra due evangeliari aperti. Considerando l’epoca di realizzazione, ciò induce a pensare che Bitalia fosse un personaggio di spicco della Chiesa napoletana del V-VI secolo. Cominciare a recuperare queste opere significa portare un numero sempre maggiore di studiosi e turisti nella nostra città. Emilio Di Marzio è profondamente legato alla Napoli sana, la Napoli che ama sé stessa e cerca di migliorarsi, attraverso la legalità, il rispetto e la salvaguardia delle sue bellezze. L’adozione dell’Arcosolio di Bitalia vuole essere il simbolo dell’impegno di Emilio per restituire Napoli al suo splendore, partendo dalla cultura.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©