Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Arte: gli ‘insetti’ invadono Torino e Reggio Emilia


Arte: gli ‘insetti’ invadono Torino e Reggio Emilia
04/03/2011, 14:03

Torino, 4 marzo – Gli ‘insetti’ invadono Torino e Reggio Emilia.
Formiche, cavallette, mantidi hanno abbandonato nella notte i loro reconditi nascondigli per prendere possesso di muri, strade e palazzi delle città. Sono i protagonisti dell’ultima performance targata Turbodinamismo, corrente artistica nata in seno a CasaPound Italia:
una affissione/esposizione di stencil/opere d'arte in giro per le due città italiane. Un’azione ‘’elogiativa della bellezza dell’insetto’’, come la descrivono non senza ironia gli stessi autori del blitz, con la quale ‘’il TD si riappropria di spazi pubblici negati’’.

‘’Noi rompiamo il bozzolo celebrando I mostri all’aria aperta, sfidando il censore il critico il pennarulismo militante’’, scrivono i turbodinamisti nella loro rivendicazione, e spiegano: ‘’L’arte scende in strada organizzando evasioni spettacolari dai musei, tombe dell’ingegno umano, bozzoli di crisalidi che non nascono, intrappolate nell’autoerotismo mentale che contraddistingue il critico lo scribacchino il censore’’.

‘’Scriverete che la nostra non è arte ed è vero – si legge ancora - V’indignerete urlando ai quattro punti cardinali che emettiamo fetori e siamo privi di buon gusto: ne andiamo fieri e lo rivendichiamo! Lo rivendichiamo perché è bello, lo rivendichiamo perché è santo, lo rivendichiamo perché fa ride. Siamo ben consci che rispondere puntualmente ‘perché fa ride’ a chi ci domanda il motivo di tanta intolleranza non fa che ingrassare la nostra scorza di saccenze mentre affoghiamo nella crassa pinguedine della turpitudo. Però fa ride’’.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©