Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Le opere di Marcello Aversa in mostra a Genova

Arte presepiale: «Microcosmi di Natale»


Arte presepiale: «Microcosmi di Natale»
21/12/2009, 12:12

«Microcosmi di Natale», inaugurata dal cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana e arcivescovo metropolita di Genova, porta in rassegna le terrecotte che racchiudono devozione, ideali e gioia. Il maestro Marcello Aversa, reduce dai consensi raccolti negli anni scorsi a Venezia e Sorrento, propone nel capoluogo ligure alcune delle sue Natività in miniatura. La mostra è organizzata dal gruppo ligure dell’Unione Cattolica Imprenditori Dirigenti e dal Museo Diocesano di Genova, con il patrocinio della Regione Liguria, della Provincia, del Comune e dell’Arcidiocesi di Genova. La rassegna, presentata da un elegante catalogo curato da Giovanni Schettino, con le fotografie di Gianfranco Capodilupo e Antonio Coppola, racchiude un percorso espositivo che si snoda attraverso i capolavori artigianali dell’artista: pastori minuscoli di otto o dieci millimetri, «monoblocchi» in terracotta che vanno dai quaranta agli ottanta centimetri. La straordinarietà artistica di Marcello Aversa è tutta nei particolari: pastori in marsina o gilet, briglie di cavallo, stivali con revers o muretti di mattoncini. «Tra il cervello e il cuore ci sono le mani. Tra le mani di Marcello Aversa circolano liberi cuore, anima e testa. Noi prendiamo con lui dal passato quello che serve a riempire il nostro futuro», scrive nel catalogo Lucio Dalla. Tutte le sculture sono ricavate su un unico «blocco di lavoro», che costituisce insieme lo scoglio di supporto e i personaggi che lo animano. «In tutta l’opera di Marcello Aversa – scrive il cardinale Angelo Bagnasco - si coglie una grande spiritualità: le sue straordinarie creazioni, dalla scelta del materiale a quella dei temi per arrivare alle dimensioni delle piccole figure, sono una sincera esaltazione del Mistero dell’incarnazione del Figlio di Dio. Le opere di Marcello Aversa contribuiranno certamente in modo originale a tenere viva la tradizione del Presepio, richiamando i genovesi al Mistero della Natività così antico, ma anche sempre così attuale».

Con la mostra dell’artista sorrentino, la Liguria, che vanta una tradizione di presepi storici distribuiti sull’intero arco della regione, rinnova, quindi, un’arte senza tempo: «La mostra di presepi – osserva l’assessore al Turismo della Regione Liguria, Margherita Bozzano - realizzati da Marcello Aversa è un’occasione preziosa per approfondire la conoscenza della tradizione napoletana e delle sue più recenti realizzazioni e potrà costituire un interessante momento di raffronto tra le tradizioni presepiali delle due città, nei cui contesti socio-culturali il Presepe è tutt’ora radicatissimo».Suggestiva anche la location della rassegna: il Museo Diocesano di Genova, ampiamente illustrato nello stesso catalogo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©