Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Arteteca Cortile Bellini ospita la personale di Veronica Vecchione


Arteteca Cortile Bellini ospita la personale di Veronica Vecchione
25/11/2011, 09:11

Napoli, 24 novembre 2011 – Arteteca Cortile Bellini ospita la personale di Veronica Vecchione, reduce dalla Rassegna d’Arte contemporanea SEVEN organizzata su iniziativa della Biennale di Venezia a Pontecagnano.

L’appuntamento con il vernissage della giovane artista napoletana è per sabato 26 novembre, alle 19:30, presso la sede di Arteteca Cortile Bellini (vico S. Pietro a Majella n. 6 int. 5 – Napoli).

Arteteca inaugura così un nuovo ciclo di esposizioni che vedranno protagonisti diversi artisti emergenti.

I lavori della Vecchione contrappongono incisione e fotografia in una struttura bidimensionale, data dal gioco di distanze e speculazioni formali. L’opera nasce dal gesto manuale del disegno e dell’incisione, che muta forma e dimensione nell’incontro con la macchina fotocopiatrice. È qui che l’errore diviene forza generatrice di nuove forme e significanti e la fotocopiatrice si trasforma nel prolungamento della mano dell’arista, incapace di essere perfetta.

Il filo conduttore del vernissage parte dall’idea delle macchine come espressioni dei tangibili segni del tempo. Mutamento e trasformazione delle cose, infatti, si rendono visibili e portano a rigenerazione, alla base della creazione artistica.

Porzione di corpi e parti dei volti vengono smembrati e diventano figure nuove che si impongono anche grazie alla ripetizione dell’immagine, vista come possibilità di trasformazione che non ha come fine quello di sfinire lo spettatore ma vuole sviluppare in esso una riflessione sulla nostra condizione umana e sociale.

L’artista. Veronica Vecchione vive a Saviano (Na) e lavora a Napoli. Studia al Liceo Artistico S.S. Apostoli di Napoli e si laurea all’Accademia napoletana di Belle Arti in “Decorazione”.

Col suo lavoro ha partecipato a numerose mostre collettive di interesse nazionale, tra cui Biennale di pittura “Vivere l’Arte” Domus De Maria, Sardegna (2002), Collettiva di arte contemporanea “Il Guerriero di Capestrano, Chieti (2003), Maggio dei Monumenti (insignita di menzione speciale all’evento “HERCULANEUM” Ercolano), Napoli (2003), Mostra collettiva “Any Suggestions”, Antichi Arsenali di Amalfi Salerno (2003), Biennale d’Arte Giovani Artisti Campani, Napoli (2004), la II edizione della Biennale d’Arte Giovani Artisti Campani, Napoli (2011). Human Rights, Rovereto (2010). Rassegna d’Arte contemporanea SEVEN (a cura di Roberto Ronca), Biennale di Pontecagnano “Lo stato dell’Arte” su iniziativa della Biennale di Venezia (2011).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©