Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Asia Argento, l'autoerotismo non è scandaloso nel cinema e nella vita


Asia Argento, l'autoerotismo non è scandaloso nel cinema e nella vita
09/05/2012, 20:05

Asia Argento, sempre provocatoria, sempre al centro dell'attenzione per le sue scelte di vita, magnetica, per la stampa e per il pubblico. Dai tempi della storia con Morgan i giornali non hanno fatto altro che voler sapere cosa facesse pensasse, e ora che ha una vita decisamente più inquadrata, sposata com Michele Civetta e madre di due figli, la curiosità non si placa. In questi giorni nelle sale esce 'Isole', un film in cui la figlia del re dell'horror interpreta una donna che non parla per scelta, definita pazza da chi le sta intorno. In un'intervista, realizzata per l'occasione, da Donna Moderna, Asia confessa che se qualche volta è capitato anche a lei di essere stata chiamata così, si è risentita molto, perchè si sente solo una persona più 'viva' delle altre. E, al giornalista che le chiede come si sente a dover fra poco recitare, al fianco di Charlotte Gainsbourg, in un film sull'omosessualità femminile con scene di autoerotismo risponde che anche lei lo pratica:'Lo faccio sì, ma non tutti i giorni perché non ho tempo. È un argomento di cui si parla troppo poco. È ancora un tabù. Un po’ per maschilismo e un po’ per pudore. Ma non c’è niente di scandaloso.' E' in questo senso che Asia Argento è una donna libera e un'artista:la sua semplicità nel parlare e sdoganare certi argomenti va ben al di là della semplice provocazione. Asia mostra di non aver paura dei giudizi.
Ma, nel contempo, quando si va sugli affetti veri, è una mamma tradizionale, preoccupata per l'avvenire dei suoi figli: 'Ho paura che questo Paese non possa offrire ai miei figli un futuro'

Commenta Stampa
di Redazione JGossip
Riproduzione riservata ©