Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Tra gli ospiti anche molti artisti italiani

Attesa a Betlemme per il “Concerto della pace”


Attesa a Betlemme per il “Concerto della pace”
16/12/2011, 13:12

BETLEMME – C’è grande attesa in questi giorni a Betlemme (Cisgiordania) in vista del “Concerto natalizio per la vita e per la pace”, che si terrà il 20 dicembre nella Chiesa di Santa Caterina e che vedrà l’esordio della “Palestine Youth Orchestra”: una compagine di musicisti palestinesi di età compresa fra i 13 e i 26 anni cresciuti nel Conservatorio musicale nazionale “Edward Said”. Il loro organico sarà completato da artisti provenienti dall’Italia, dall’Europa e dagli Stati Uniti. Il messaggio dell’evento, spiega un comunicato dell’Associazione italiana per la Vita e per la Pace, è che la musica “rappresenta un linguaggio universale; è un veicolo di emozioni e sentimenti, unisce i popoli e le diverse etnie nella solidarietà, in fratellanza, amicizia e pace in un momento sacro come il Natale”. Guidata da Juan David Molano, direttore principale del Conservatorio palestinese, l’orchestra, che tornerà ad esibirsi il 25 dicembre, eseguirà assieme con solisti di fama internazionale brani classici di Mozart, Beethoven, Bizet, Faurè, e altri ancora. Il concerto è stato reso possibile grazie al supporto di diversi enti italiani, fra cui la Regione Lazio, le Istituzioni italiane in Terrasanta, il Consolato italiano di Gerusalemme e il Comune di Betlemme.

Commenta Stampa
di AnFo
Riproduzione riservata ©