Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Attori e politici "insegnanti" per un giorno da don Merola


Attori e politici 'insegnanti' per un giorno da don Merola
19/09/2009, 09:09


Attori, calciatori, imprenditori, ma anche politici e giornalisti. Sono gli “insegnanti” d’eccezione che don Luigi Merola, l’ex parroco di Forcella, ha ingaggiato per il nuovo anno scolastico nella sua fondazione. Il sacerdote, dopo una breve pausa estiva, riapre le porte della Fondazione di recupero minorile “A voce De Creature”. Lo fa in silenzio, lontano dalle telecamere, ma con in mano un programma ricco di novità. A cominciare dagli insegnanti che dovranno nel corso dell’anno incontrare i circa 130 bambini che attualmente risultato iscritti presso la struttura di recupero. Nella lista spiccano i nomi del campione di nuoto Massimiliano Rosolino, del cantante Sal Da Vinci, di Raul Bova, di Fabrizio Frizzi ma anche del ministro Renato Brunetta e del console americano a Napoli Patrick Truhn. “L’obiettivo – ha spiegato Don Merola – è togliere la manovalanza alla criminalità organizzata. Con l’aiuto di tutti questi personaggi renderemo i ragazzi protagonisti. Qui impareranno il rispetto delle regole e capiranno che possono costruire il loro futuro solo con lo studio e la legalità”. Insomma in quella villa a due piani, nel cuore dell' Arenaccia, dove una volta abitava il boss Raffaele Brancaccio ora c’è una vera e propria scuola che accoglie i bambini meno fortunati del quartiere. “Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno accettato il mio invito – spiega don Merola – ma questo è solo l’inizio di un periodo nuovo, di una Napoli che vuole il riscatto. Ieri ho incontrato a Roma – anticipa il sacerdote - Raul Bova per stilare un programma degli eventi a cui parteciperà”. E intanto anche il console americano ha confermato la sua disponibilità per effettuare per l’intero arco dell’anno lezioni di recupero di inglese ai bambini che ne avranno bisogno. “Questa casa - conclude don Luigi - è il simbolo della rinascita. Ma ho ancora un sogno da realizzare: all' ultimo piano della struttura c' è un locale molto ampio sul terrazzo. Sarebbe bello se potesse diventare una cappella per celebrare qui l' eucarestia”.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©