Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Il film di Cameron straccia i rivali nel primo week-end

Avatar da record tocca i 352 milioni di dollari al botteghino in Nord America


Avatar da record tocca i 352 milioni di dollari al botteghino in Nord America
03/01/2010, 19:01

LOS ANGELES - Qualcuno lo aveva previsto, il colossal di fantascienza in 3D di James Cameron si prepara a soffiar via il titolo di secondo film più grande di sempre al "Cavaliere Oscuro". Nei primi tre giorni di programmazione la pellicola ha difatti realizzato l'impressionante incasso di 68,3 milioni di dollari al botteghino. Superato, e di tanto, il precedente record di Spider Man (45 milioni). Nelle successive tre settimane di programmazione, tra Usa e Canada, il nuovo successo del regista americano ha toccato quota 352 milioni.
Gli analisti della Fox prevedono che il titolo si attesterà sugli oltre 500 milioni di dollari d'incasso, superando nella classifica dei film più visti di sempre "Guerre Stellari" (arrivato a quota 461) ed insidiando "Il Cavaliere oscuro"; che realizzò a suo tempo 533 milioni di dollari. Sempre di Cameron è il film con più incassi nella storia del cinema americano. Stiamo parlando di "Titanic"; con oltre 600 milioni strappati ai botteghini.
Stiamo ovviamente parlando di genere completamente diversi e che parlando due linguaggi che si trovano agli antipodi ma, una piccola riflessione a Christian De Sica, magari la si potrebbe strappare.
Un titolo come Avatar è difatti vendibile ovunque e non solo all'interno del mercato statunitense. Il cinepanettone, sul quale secondo De Sica "campa tutto il cinema italiano" è invece un titolo assolutamente nostrano, improponibile all'estero e sicuramente meno prestigioso (oltre che lontano anni luce dai 300 milioni d'incasso). La riflessione consiste, semplicemente (forse troppo?), nel fatto che alle masse non piace solo lo spettacolino stravisto che rispecchia fedelmente l'italiano medio(cre) ma anche, magari, qualcosa di veramente nuovo e mai visto.
Senza essere così matti da chiedere ad un comico di inventarsi film di fantascienza, si potrebbe semplicemente osservare che, 20 milioni d'incasso assicurati da un nugolo di spettatori di bocca buona, non dovrebbero rappresentare alcuna ragione di vanto, o no?

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©