Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Il cantante propone un concerto con Berlusconi

Baglioni: "Andrò in convento di clausura"


Baglioni: 'Andrò in convento di clausura'
05/07/2011, 17:07

ROMA - "Negli ultimi anni della mia vita andrò in convento di clausura". Sono state queste le parole espresse da Claudio Baglioni nel corso di un'intervista esclusiva pubblicata su A. In occasione di O' Scia', l'evento musicale che andrà in scena a settembre a Lampedusa anche quest'anno, il cantante propone al presidente del Consiglio e al ministro dell'Interno di organizzare un concerto sull'isola. Concerto che vedrebbe protagonista Silvio Berlusconi nei panni di cantante e Roberto Maroni impegnato a suonare la tastiera. "Berlusconi adora cantare - dice Baglioni - adora il palcoscenico, adora stupire. E ha ancora un appeal formidabile: giri il mondo e c'é solo lui. Nel bene e nel male. Dobbiamo riuscire a convincere anche Roberto Maroni - aggiunge - ha una sua band, Distretto 51. Nel 2007 si esibirono a Varese. Ho dei ricordi: la notte bianca, il ministro alla tastiera: Roberto ha i numeri, è un ottimo pianista-organista. Confesso che ho anche un suo disco e a volte l'ascolto". Baglioni ricorda anche la sua infanzia in oratorio e la sua vocazione: "andai da mia madre e le dissi, ho sentito la voce, mi voglio fare prete. Negli ultimi anni della mia vita andrò in convento di clausura".

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©