Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Bagno di folla a San Clemente (Ce) per l’inaugurazione della Pro loco del Trivice


Bagno di folla a San Clemente (Ce) per l’inaugurazione della Pro loco del Trivice
30/11/2009, 08:11

Grande entusiasmo ieri sera a San Clemente (Ce) per l’inaugurazione della Pro loco del Trivice, l’associazione turistica nata con l’intento di valorizzare il territorio e rilanciare l’immagine delle frazioni di San Clemente, Centurano e Tredici oltre che delle nuove aree del Parco Cerasole e del Parco degli Aranci. A tagliare il nastro della nuova sede in via Galatina il presidente della Pro loco, Bartolo Corbo, e il rettore del santuario di Santa Lucia, don Primo Poggi, che - prima di benedire i locali dell’associazione - ha rivolto un augurio allo staff affinché possa contribuire al recupero del grande patrimonio artistico-culturale custodito in queste zone. ‘L’obiettivo primario della Pro loco del Trivice – ha sottolineato in merito il presidente Corbo – è quello di riportare agli antichi splendori tutti quei siti di interesse storico-architettonico-artistico esistenti nel nostro territorio affinché possano entrare a far parte di un circuito turistico di interesse nazionale e internazionale. Al contempo inviteremo i cittadini residenti a discutere dei problemi e dei disagi che attanagliano le tre frazioni per tentare insieme di risolverli definitivamente’. In sala ieri sera anche i parroci delle tre frazioni coinvolte nel progetto, tanti consiglieri comunali e personalità di rilievo come la parlamentare Giovanna Petrenga e il colonnello della Brigata ‘Garibaldi’ Claudio Milone. Ospiti d’onore poi le giocatrici della ‘Caserta Hawks volley’, la squadra di pallavolo femminile della città che milita in Seconda Divisione e che ha scelto di collaborare fattivamente con la Pro loco, attraverso una serie di iniziative mirate, per avvicinare i giovani al mondo dello sport. Nei locali della Pro loco è stata allestita inoltre anche una mostra di ceramiche dell’artista napoletana Patrizia Silvestri che per l’occasione ha realizzato presepi, monili, vasi e numerose altre creazioni di grande valore artistico. L’intrattenimento musicale è stato assegnato infine al violinista casertano Nicola Marino dell’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©