Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

L'iniziativa di una studentessa che ha sconfitto l'anoressia

Barbie a grandezza naturale? Un vero mostro



Barbie a grandezza naturale? Un vero mostro
28/04/2011, 13:04

E' la bambola più famosa del mondo, la Barbie; è in giro da oltre 50 anni. Ma sempre nei suoi formati minuscoli, per farci giocare i bambini. E se invece venisse costruita a grandezza naturale? L'ha fatto una studentessa dell'Hamilton College, nel Connecticut, Galia Slayen, per un concorso della sua scuola sui disturbi alimentari. Una situazione che lei conosce per esperienza diretta: era cheerleader ed aveva una tale ossessione per il proprio corpo, da diventare anoressica. Poi a 16 anni era riuscita a risolvere il problema e così ha deciso di usare questo semplice espediente per dimostrare come la bellezza perfetta non esiste. Ha preso le misure della bambola e le ha ingrandite, fino ad arrivare ad una altezza di 1,80 metri. Il risultato è praticamente impossibile da avere nella realtà, ma è comunque brutto. Le misure sono 99-45-83: praticamente un seno enorme e sproporzionato, una vita molto stretta (praticamente "strozzata") e fianchi piccoli, da cui partono gambe lunghe e sottilissime, probabilmente incapaci di reggere il peso del corpo. Non è da escludere che una ragazza con quelle misure, sia costretta a stare sulla sedia a rotelle, perchè i piedi e le ossa delle gambe non reggerebbero e si spaccherebbero.
L'iniziativa ha avuto un tale successo che la ragazza e la bambola sono diventati veri testimonial di una campagna sui disturbi alimentari

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©