Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Bassolino interviene a favore della fondazione Francesco De Sanctis


Bassolino interviene a favore della fondazione Francesco De Sanctis
14/07/2009, 17:07

Il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino interviene nel dibattito sulla necessità di individuare in Irpinia una sede adeguata per la fondazione intitolata a Francesco De Sanctis.

"Alcuni quotidiani, in particolare Repubblica e il Mattino, in questi giorni hanno valorizzato un’importante esperienza come quella della Fondazione De Sanctis condotta con grande impegno e passione da Francesco De Sanctis, pronipote nonché omonimo del grande studioso, che ringrazio davvero con tutto il cuore.

Un appello che è stato giustamente ripreso dal consigliere regionale Sena e al quale credo si debba assolutamente dare una risposta positiva.

De Sanctis con il suo pensiero, la sua tempra morale e il suo impegno politico è stato uno dei nostri figli migliori, uno straordinario intellettuale che ha contributo in maniera determinante alla costruzione dell’identità italiana.

Il lascito di cui dispone la Fondazione rappresenta un inestimabile patrimonio documentario ancora in fase di catalogazione, con migliaia di manoscritti, tra cui il Saggio critico su Francesco Petrarca e il Saggio sulla giovinezza, studi, pubblicazioni, carteggi inediti con i piu' importanti esponenti della cultura e della politica del XIX secolo, da Mazzini a Cavour a Vittorio Emanuele II.

E’ dunque un’enorme eredità intellettuale, politica e morale per l’Irpinia, per Napoli e per l’intero Paese che va promossa e radicata nel nostro territorio. Anche attraverso la creazione di un centro studi permanente. Lo possiamo far insieme: mondo universitario, fondazione e istituzioni. Possiamo già programmare un tavolo di lavoro per far partire questo importante progetto.

Nelle opere e nella vita di De Sanctis vive un’intuizione estremamente moderna che sentiamo nostra: la scuola, l’istruzione e la cultura come fondamentale elemento unificante di una nazione e il principale elemento di sviluppo del Mezzogiorno. E’ questa la consapevolezza che ci guida e sono certo che insieme potremo fare nuovi e importanti passi in avanti per valorizzare e per fare vivere nel mondo di oggi l’insostituibile insegnamento di Francesco De Sanctis”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©