Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Blitz dei movimenti per il trasporto pubblico


Blitz dei movimenti per il trasporto pubblico
15/04/2013, 11:53

In vista della mobilitazione nazionale indetta dai movimenti, collettivi e realtà di base che si battono per la riappropriazione dei diritti sociali come casa, trasporti e reddito del prossimo 19 Aprile e che in Campania si terrà a Napoli, il centro sociale Tempo Rosso ha posto in essere un blitz alla stazione autobus della CLP di Capua. Le parole d’ordine scandite dai militanti sono state: reddito per tutt* e servizi gratuiti, noi la crisi non la paghiamo, abbonamento al trasporto pubblico gratuito a vita per tutt*! I manifestanti con la viva solidarietà degli operatori CLP (che scenderanno in sciopero per 4 ore il 19 aprile) hanno affisso sugli autobus striscioni per una mobilità pubblica e gratuita. La CLP, società privata alla quale il presidente della Provincia di Caserta Zinzi ha svenduto quello che resta del servizio di trasporto pubblico devastato dalla casta politica di cui egli stesso fa parte, ha causato un peggioramento del servizio per i numerosi utenti, spesso costretti a rivolgersi ad altri operatori privati, con un aumento dei costi e un peggioramento delle condizioni di lavoro e garanzie per i dipendenti, anche grazie a sindacati dediti agli equilibrismi più disparati più che alla tutela dei lavoratori. In provincia di Caserta i mezzi della CLP gireranno tutta la giornata con striscioni e materiale che promuove la mobilitazione del #19A! I cittadini, i lavoratori, i disoccupati, i precari, gli studenti della provincia di Caserta sono stufi di dover portare sulle spalle il peso di una casta politica parassitaria che sottrae risorse a chi le produce, espropria i beni comuni per farci profitto, aggredisce l’ambiente con discariche ed ecomostri come l’inutile gassificatore di Capua. Sono stanchi di istituzioni che si presentano corrotte ma che impongono sempre maggiori sacrifici alla popolazione. Il 19 Aprile scenderemo uniti in piazza a Napoli per rovesciare la crisi su chi l’ha prodotta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©