Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Bologna, il Sismer Forum rende omaggio a Darwin


Bologna, il Sismer Forum rende omaggio a Darwin
11/09/2009, 09:09


Dall'evoluzione delle specie alla sessualità umana, dal contributo dell'ovocita e dello spermatozoo all'embrione cui danno origine, fino al significato della ricerca scientifica e alla genetica. Saranno questi i contenuti del SISMER Forum in programma domani, sabato 12 settembre, a Palazzo Albergati - Zola Predosa (Bologna). Organizzato per il nono anno consecutivo da SISMER, Società Italiana di Studi di Medicina della Riproduzione, il SISMER Forum è tra i più importanti seminari scientifici nel settore della biologia, della medicina della riproduzione e della genetica proposti in Italia; un appuntamento a carattere internazionale, dedicato ad un ristretto gruppo di ospiti , che mira a condividere alcuni tra i temi all'avanguardia nei campi specifici. «Gli oratori, scelti tra i maggiori esperti del settore, presenteranno i dati e le nozioni di maggior rilievo, nonché i risultati più recenti relativi al ruolo della medicina della riproduzione in assistenza alla coppia infertile, con la consapevolezza che ciò avviene attraverso la comprensione delle fasi iniziali dell'embriologia e del concetto di evoluzione, nell'anno del bicentenario della nascita di Darwin», spiega Maria Cristina Magli, componente del Comitato scientifico di SISMER. La conclusione del forum è infatti dedicata ad una rievocazione di Charles Darwin, di cui quest'anno ricorre anche il 150esimo anniversario della pubblicazione del testo "L'origine delle specie" con un intervento del noto matematico Piergiorgio Odifreddi.
Del resto, ricorda Anna Pia Ferraretti, direttore scientifico di SISMER, «l'incontro rappresenta uno tra i momenti più importanti dell'attività di SISMER. È un'opportunità unica di arricchimento scientifico, condivisa con alcuni tra i maggiori esperti mondiali -provenienti da oltre 20 paesi diversi- durante la quale sono privilegiate la qualità dell'audience e le occasioni di interazione tra i partecipanti. Sarà un'ulteriore occasione per apprezzare l'inarrestabile progresso della scienza che ha sempre, come fine ultimo, il rendere reali le speranze di una vita migliore».
Il convegno si svolge in un momento particolarmente delicato per quanto riguarda la PMA in Italia. A sei mesi di distanza dalla sentenza della Corte Costituzionale, che ha di fatto tolto i vincoli più pesanti alla Legge 40, il nuovo scenario chiede di essere interpretato e affrontato. «Il dibattito che si è aperto nel mondo scientifico, confermato anche dal recente congresso ESHRE che si è svolto ad Amsterdam, va nella direzione di una sempre maggiore personalizzazione dei trattamenti», precisa Luca Gianaroli, presidente ESHRE e componente del Comitato scientifico di SISMER. «Nella consapevolezza che le metodiche di concepimento assistito non sono mai in grado di "garantire" una gravidanza e le possibilità di successo dipendono da vari fattori, l'intento è diventa quindi di servire le coppie che desiderano un figlio con la miglior medicina possibile». Continua Gianaroli: «La miglior medicina possibile è il risultato di una ricerca scientifica condivisa e situata al confine tra impegno mirato all'applicazione clinica e rottura delle barriere convenzionali». Questo è lo scopo primario del SISMER Forum.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©