Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

L'associazione studentesca Unina promuove la legalità

Borsellino contro la Camorra a Monte S.Angelo

La storia delle mafie e i sacrifici di chi le ha combattute

.

Borsellino contro la Camorra a Monte S.Angelo
20/04/2011, 16:04

NAPOLI- “Pane camorra e fantasia” è il titolo dell’incontro organizzato dall’Associazione studentesca Unina per sensibilizzare i giovani su un fenomeno radicato nella terra Campana. Nell’Aula Rossa dell’ateneo di Monte Sant Angelo, si è discusso circa un fenomeno nato al sud ed arrivato ovunque: la Camorra. A trattare sull’argomento, la testimonianza del fratello di Paolo Borsellino, Salvatore, che si è dedicato, dopo la strage di via d’Amelio, alla sensibilizzazione riguardo al contrasto alla criminalità organizzata, il malgoverno e le collusioni tra politica e mafia.
Un intervento ricco di ricordi, ma anche di speranze per giovani che si impegnano nel sociale e negli studi e che hanno diritto ad un domani pulito senza aver paura della propria città.
Borsellino ha ripercorso la storia delle mafie attraverso il vissuto personale di un fratello che si è sacrificato per la legalità.
Un’iniziativa che si inserisce nel quadro delle attività istituzionali dell’associazione al fine di rafforzare la tutela dei diritti e degli interessi degli studenti.

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©