Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

UN TEATRO PRIVO DI NOVITA' PER GIOVANI ATTORI

Botta e risposta con l'attore Giacomo Rizzo


Botta e risposta con l'attore Giacomo Rizzo
15/05/2009, 18:05

Alla luce dei suoi oltre cinquant’anni di palcoscenico come osserva l’evolversi del nostro teatro e dei suoi protagonisti?
“Parlando di Napoli devo purtroppo affermare che, seppur bravi, molti giovani attori si dedicano poco al teatro rincorrendo unicamente il successo attraverso la televisione. Ecco perché è diventato quasi impossibile trovare sulle scene qualcosa di nuovo. Gli attori di oggi, ed adesso parlo a livello nazionale, pensano dapprima ad arricchirsi e poi a diventare famosi escludendo quasi sempre il fattore bravura”.
Cosa pensa di un teatro che nel 2009 continua ancora ad adagiarsi sui grandi autori del passato?
Senza dimenticare che da loro nasce il teatro vero, va detto che qualche sana novità non farebbe certo male. Spesso, basterebbe riproporre i grandi commediografi di sempre con una lettura moderna e vicina ai giorni nostri fatta non soltanto con le parole come sovente accade”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenta Stampa
di Giuseppe Giorgio
Riproduzione riservata ©