Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Brigantaggio, esperti a confronto nel nolano


Brigantaggio, esperti a confronto nel nolano
05/10/2011, 13:10

Grande capacità di comando, freddezza e mai un atteggiamento di sottomissione: in una parola «briganti». Saranno loro i protagonisti della tavola rotonda «Fonti, personaggi ed interpretazioni del brigantaggio» in programma sabato 8 ottobre nel teatro Parrocchiale del piccolo centro alle porte di Nola. A tagliare il nastro al convegno, moderato dal giornalista e scrittore Pasquale Iorio, il sindaco Anna Carmela Rainone e Pasquale Gerardo Santella per la Commissione intercomunlee dedicata ai 150anni dell’Unità d’Italia, costituita da intellettuali dei comuni di Carbonara di Nola, Palma Campania e San Gennaro Vesuviano un tempo uniti nell’Antica Terra di Palma. Una ghiotta occasione per coloro che vorranno avvicinarsi allo studio del fenomeno attraverso le fonti primarie. Tra le relazioni, infatti, è previsto l’intervento di Flora Santorelli dell’Archivio di Stato di Milano che rimarcherà il ruolo determinante dei documenti conservati negli uffici provinciali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Non solo. A scandagliare sulla figura del brigante carbonarese Criscienzo Gavino, braccio destro dei tristemente noti fratelli La Gala, penserà poi la ricercatrice Chiara Manzi. Sulle interpretazioni del fenomeno delinquenziale post unitario si soffermerà, invece, il cultore di storia locale Carmine Rainone. Diverse canzoni dedicate al brigantaggio, scritte da Pietro Damiano e musicate da Pietro Rainone (I Cantalocunto), faranno rivivere l’atmosfera del tempo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©