Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

BRUXELLES DICE Sì AI CELLULARI SUGLI AEREI


BRUXELLES DICE Sì AI CELLULARI SUGLI AEREI
07/04/2008, 19:04

 

Dalla Commissione europea via libera ai telefonini sugli aerei. Nuove norme sono in arrivo per armonizzare le condizioni che consentiranno di utilizzare nell'Ue i Gsm durante i voli, e in modo sicuro.

Gli Stati membri avranno al massimo sei mesi di tempo per mettere in atto le nuove regole, ma "il servizio potrà essere proposto già da qui a qualche settimana", ha spiegato il portavoce di Bruxelles, Martin Selmayr.

Air France ha già cominciato a testare l’utilizzo dei cellulari a bordo.

Nello specifico, i telefoni dei passeggeri saranno allacciati ad una rete cellulare installata direttamente sull'aereo ed a sua volta collegata alla terra via satellite.

Questo sistema impedirà ai telefonini di collegarsi direttamente, consentendo così un utilizzo senza nuocere alla sicurezza delle apparecchiature aeree e senza disturbare il funzionamento delle reti terrestri.

Potranno essere utilizzati, almeno per ora, solo gms di seconda generazione - quelli acquistati dalla stragrande maggioranza - e le telefonate o gli sms potranno essere inviati o ricevuti solo una volta che l'aereo avrà raggiunto la quota di crociera (3.000 metri), mentre i telefonini dovranno continuare a restare spenti in fase di decollo e di atterraggio.

In caso di turbolenze, tuttavia, il comandante potrà sempre decidere di bloccare momentaneamente il servizio.
 

Il fastidio di squilli e vociare, allora, ci accompagnerà sempre. Non c'è scampo.

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©

Correlati