Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Caivano Arte, Antonio Vitale mette in scena Huppah


Caivano Arte, Antonio Vitale mette in scena Huppah
18/01/2013, 11:31

Venerdi 25 gennaio, all’auditorium “Caivano Arte”, andrà in scena “Huppah” spettacolo scritto e diretto dall’attore e regista Antonio Vitale. “Huppah”, che in ebraico significa “baldacchino nuziale”  ed indica la cerimonia del matrimonio in sinagoga, è uno spettacolo dove protagonista è una coppia, Davide e Sara, entrambi ebrei. La loro storia d’amore nasce in uno dei più duri lager nazisti, ovvero quello di Auschwitz. Attraverso un gioco di sguardi tra i due giovani, si dà il via ad una bellissima storia d’amore, che, visto il contesto, si svilupperà in maniera clandestina. In un luogo, dove aleggia quotidianamente la morte, i due innamorati, riusciti a sopravvivere alle condizioni atroci di deportati, incarnano il vero amore, grazie al quale incoroneranno il loro grande sogno: il matrimonio. Una grande sceneggiatura per rendere al meglio deve essere messa in scena da interpreti che ne valorizzino i contenuti sublimi. In questo caso i protagonisti, Peppe Romano e Katia Tannoia, riescono in questa impresa. Due attori professionisti straordinari che con la loro recitazione rendono l’atmosfera magica. Questo spettacolo entra a far parte del bagaglio teatrale del G.T.S. (Gruppo Teatro Studio) diretto dall’attore e regista Antonio Vitale. Il gruppo teatrale è composto da attori professionisti e si pone, come obiettivo primario, la divulgazione del teatro in tutte le sue sfaccettature. I generi proposti sono diversi ed eterogenei si spazia dagli spettacoli “impegnati” alle commedie più divertenti. Oltretutto si preparano laboratori teatrali rivolti a ragazzi/e di qualsiasi età. Il Gruppo Teatro Studio negli ultimi tempi sta riscuotendo notevole successo grazie alla sapiente direzione dell’attore-regista Antonio Vitale. L’artista inizia la sua formazione nel 1998 seguendo laboratori pratici di teatro, diretti da registi come Laura Angiulli, direttore artistico di “Galleria Toledo” di Napoli, Armando Block, direttore artistico di “AREATEATRO”. Dopo una sua formazione iniziale, segue stage di approfondimento quali “L’attore in movimento” condotto da Maria Consagra dell’Accademia “Paolo Grassi” di Milano; “Il corpo, la voce e la scena nella Commedia dell’Arte”, condotto da Claudia Contin e Ferruccio Merisi della Scuola Sperimentale dell’Attore di Pordenone. Diverse sono le sue esperienze teatrali, è attore in spettacoli che spaziano dalla commedia al dramma fino ad arrivare alla tragedia greca e al varietà ed è diretto da diversi registi: Angelo Callipo, Laura Angiulli, Peppe Sollazzo, Maurizio Azzurro, Roberta Sandias, Armando Block, Guglielmo Guidi, Arnolfo Petri, Daniela Cenciotti, Giulio Adinolfi, Pierluigi Tortora, Renato Barbieri, Domenico Maria Corrado, Claudio Murat, Pierpaolo D’Antonio. Da qualche anno si cimenta nella regia teatrale di alcuni lavori, curandone di solito la drammaturgia o l’adattamento. È attore protagonista di diversi cortometraggi.

Questo appuntamento teatrale si staglia nella più ampia rassegna  organizzata dall'Auditorium Caivano Arte denominata small 100/8vi-sionari in comunicazione.

Non vi resta che affollare l’auditorium Caivano Arte per assistere ad uno spettacolo davvero emozionante. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©