Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Chiude la prestigiosa rassegna estiva alla Via Krupp

Cala il sipario sul Grand Tour di Capri


Cala il sipario sul Grand Tour di Capri
02/10/2010, 14:10

CAPRI (NA) - Cala il sipario sulla rassegna estiva Grand Tour, organizzata dal Comune di Capri e dall’ Assessore alla Cultura Marino Lembo con un grande evento artistico “Passo dopo Passo …nella storia e nel mito di Capri” che vede protagonista a Capri, ancora una volta, via Krupp. Le orme dei personaggi che hanno fatto la storia del mito di Capri, da Tiberio a Krupp, da Gorkij ad Axel Munthe, da Ignazio ad Edwin Cerio da Neruda ad Ada Negri, da Jacqueline Kennedy a Rita Hayworth, da Beuys a Rotella, da Totò a Bragaglia, da Marinetti a Malaparte da Liliana Cavani a Peppino di Capri, da Dudù La Capria a Roberto Ciuni, a partire da Domenica, e per tutto il mese di Ottobre, attraverso il percorso visivo dell’artista Pietro Iori, creato lungo i tornanti di via Krupp, faranno rievocare storie e leggende dei personaggi che hanno intessuto con l’isola un rapporto particolare. L’installazione a cui è stato dato il nome simbolico di “Passo dopo Passo …nella storia e nel mito di Capri” si snoda lungo oltre mille metri di camminamento tracciati tra la roccia ed i tornanti che sfociano a mare. Oltre duecento impronte che formano un percorso attraverso il quale viene raccontata la storia dell’isola, fatta dai personaggi che vi hanno vissuto e l’hanno amata. Su ogni impronta è impressa un’ immagine del personaggio, che è stato scelto attraverso una mediazione fotografica-pittorica da Pietro Iori, artista già affermato da anni, che collabora mediante la sua arte con istituzioni pubbliche e private ed espone in mostre personali e collettive. L’evento, che chiude la rassegna culturale Grand Tour, è patrocinato dall’Assessorato alla Cultura ed è organizzato e promosso dall’Archivio Storico Pari e Dispari di Rosanna Chiessi, e dall’Associazione Culturale Antemussa, L’isola della Conoscenza di Anna Maria Boniello.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©