Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

CALO DI VENDITE PER VICTORIA'S SECRET


CALO DI VENDITE PER VICTORIA'S SECRET
03/03/2008, 11:03

«Sono pubblicità troppo provocanti»: l'amministratore delegato di Victoria's Secret, Sharen J. Turney, è stato perentorio. Cataloghi come quelli che abbiamo visto fino ad ora sono già da considerarsi archiviati per sempre. L'azienda di intimo inglese Victoria's Secret attribuisce gli ultimi deludenti risultati finanziari al malcontento dei consumatori britannici, in omaggio al noto "niente sesso, siamo inglesi". Gli ultimi dati hanno registrato infatti una flessione del 2% nel 2007, con un picco negativo dell'8% nell'ultimo trimestre, per il quale la controllante Limited Brands ha annunciato un -12% nei profitti.

 

Dietrofront, quindi: per le prossime collezioni, l'ad ha chiesto un ritorno all'ultrafemminile, per compiacere gli acquirenti più tradizionalisti. «Dobbiamo tornare alla nostra tradizione - ha detto - e pensare in termini di ultrafemminilità e non solo in base alla parola sexy». L'intento è quello di tornare ai bisogni e alle aspettative del pubblico. Funzionerà? Quel che è certo è che a questo nuovo e inatteso trend dovrà adeguarsi anche Heidi Klum, che a breve dovrebbe firmare una collezione di ligerie proprio per Victoria's Secret.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati

01/03/2008, 13:03

L'ARTE ON-LINE: NASCE WEBARTEX