Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

L'evento organizzato dal Comune e da don Citro

Camerota, tutto pronto per il concerto dei 99Posse


Camerota, tutto pronto per il concerto dei 99Posse
06/12/2009, 13:12


CAMEROTA -  A Marina di Camerota sbarca "Mare d’Inverno": evento musicale gratuito organizzato dal comune di Camerota in collaborazione con il Meeting del Mare. Domani sera primo appuntamento con il concerto dei 99Posse sul porto di Marina di Camerota. Lo storico gruppo napoletano, animatore di centri sociali e "voce del popolo" ritorna sul palcoscenico dopo sette anni di assenza. «E’ una scelta politica determinata». Luca Zulù Persico, cantante del gruppo, così ha motivato la reunion: «Separati non riuscivamo a esprimere quello che volevamo». L’evento è stato curato dal giovane sacerdote don Gianni Citro (nella foto) e dal consigliere delegato agli spettacoli Pina Di Bello. La band napoletana, dopo anni di assenza, riprende a "combattere" sul palcoscenico, con la stessa rabbia dei suoi primi concerti nei centri sociali all’inizio degli anni Novanta. Ed è come se in questi anni di "buio", durante i quali la band è stata assente da ogni scena, sia da quella della militanza antagonista che da quella musicale, il tempo di quiete avesse solo alimentato la propensione all’attivismo e alla ribellione sociale attraverso la musica. «Questo programma artistico - ha spiegato don Gianni - è molto fantasioso ed esalta varie dimensioni della creativitá e manifesta la grande vivacitá dell’amministrazione comunale di Camerota che con energie nuove e coraggiose mette in campo iniziative di grande respiro. Il concerto dei 99 Posse, è un evento audace, di carattere fortemente sociale, un concerto di denuncia e quindi l’iniziativa non si riduce ad un avvenimento ricreativo ma fa aggregazione allo scopo di una comunicazione alta e costruttiva». 
Sulla stessa linea il consigliere delegato agli spettacoli Pina Di Bello: «Si tratta di un evento unico - spiega - Siamo certi che arriveranno sul porto di Camerota diverse migliaia di giovani. Stiamo cercando di realizzare eventi importanti anche nei periodi invernali».

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©

Correlati