Cultura e tempo libero / Archeologia

Commenta Stampa

Campanelli : “Parco paleontologico di Pietraroja patrimonio mondiale dell’umanità”


Campanelli : “Parco paleontologico di Pietraroja patrimonio mondiale dell’umanità”
10/03/2011, 17:03

Lunedì 14 Marzo – ore 11 – Auditorium Seminario Arcivescovile – Viale Atlantici – Benevento . Interverranno : Francesco Peduto – Presidente Ordine Geologi Campania - Gian Vito Graziano – Presidente Ordine Nazionale Geologi Italiani. “L’impegno è costante affinché il parco paleontologico di Pietraroia (BN), dove sono stati rinvenuti i fossili del primo dinosauro carnivoro italiano, possa diventare patrimonio mondiale dell’umanità. Oggi purtroppo nonostante siano stati previsti i fondi nell’ultima Finanziaria nazionale per l’Ente Geopaleontologico avente i compiti di provvedere all’attività di ricerca scientifica, di conservazione e valorizzazione del geosito e di sviluppo socio-economico in termini ecosostenibili dell’area di Pietraroja non è ancora operativo”. Lo ha affermato Luciano Campanelli, consigliere dell’Ordine dei Geologi della Campania. “Che il parco paleontologico di Pietraroia sia particolarmente interessante lo dimostrerà anche la relazione della paleontologa Carmela Barbera che durante l’evento in programma il 14 Marzo a Benevento illustrerà i nuovi reperti fossili di coccodrilli rinvenuti recentemente all’interno del sito. Un Geoparco europeo è un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare – ha proseguito Campanelli - ed una strategia di sviluppo sostenibile supportata da un programma europeo idoneo a promuovere tale sviluppo. Esso deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di qualità scientifica, rarità, richiamo estetico o valore educativo, ma il loro interesse può anche essere archeologico, ecologico, storico o culturale. È un segno di riconoscimento internazionale e di eccellenza, sinonimo di protezione ambientale e di sviluppo. La Campania ha tutte queste caratteristiche e dunque perché non lanciare l’idea di un Geoparco Europeo nella nostra regione?” E che l’attenzione dell’Ordine verso lo sviluppo dei geositi, sia davvero alta lo testimonia la presenza dell’intero vertice , Francesco Peduto e Francesco Russo agli eventi in programma nel mese di Marzo. Si incomincia Lunedì 14 Marzo, a Benevento, con la sesta edizione di “Incontri con la Paleontologia” manifestazione organizzata dalla Onlus sannita “Un Futuro al Sud”. E sarà quella la location in cui l’Ordine dei Geologi della Campania , alla presenza anche del Presidente dell’Ordine Nazionale dei Geologi Italiani, Gian Vito Graziano, lancerà la proposta di Pietraroia patrimonio mondiale dell’umanità. “L’iniziativa – ha dichiarato Lorenzo Benedetto Tesoriere dell’Ordine dei Geologi della Campania – vuole rappresentare un contributo per accrescere la conoscenza e la sensibilità verso il pregevole patrimonio geologico sannita, al fine di promuoverne la salvaguardia per la fruizione delle future generazioni e la valorizzazione in termini di sviluppo sostenibile”. La sessione mattutina, dedicata alle scuole, si aprirà con il saluto del Rettore don Pietro Florio del Seminario e vedrà la partecipazione della dr.ssa Maria Carmela Del Re coordinatrice tecnica del Centro Musei delle Scienze Naturali dell’Università Federico II Napoli e degli allievi dell’Istituto “De La Salle” di Benevento che illustreranno le attività svolte nell’ultimo quinquennio nel campo della geologia. Seguiranno gli interventi dei geologi siciliani Alessandro e Fabio Torre che illustreranno il Madonie Geopark come modello di geoturismo europeo. La Paleontologia entrerà nelle scuole grazie a concorsi come, escursioni , attività didattiche, incontri che daranno la possibilità agli studenti ma anche a tutti i cittadini di comprendere le grandi opportunità provenienti dalla valorizzazione dei geositi. L’Ordine dei Geologi della Campania presenterà a Benevento il primo calendario delle 11 geoescursioni valide ai fini dell’aggiornamento professionale e organizzate in collaborazione con le associazioni Lerka Minerka e Geologi&Turismo. Seguiranno gli interventi dei paleontologi dell’Università Federico II di Napoli: professoressa Carmela Barbera sui nuovi reperti fossili di coccodrilli rinvenuti a Pietraroja, del dott. Antonello Bartiromo sulle applicazioni della paleobotanica nella geologia, dei geologi Vincenzo Amato, Sabatino Ciarcia e Roberto Pellino delle associazioni Geologia&Turismo introdotta dal prof. Mario Valletta e Lerka Minerka che illustreranno undici escursioni geoturistiche sui geositi campani progettati insieme all’Ordine dei Geologi della Campania. La sessione pomeridiana si concluderà con esperienze a confronto di due Geoparchi italiani quello delle Madonie illustrato dai geologi Alessandro e Fabio Torre (Presidente Associazione Haliotis e membro dell’ Istituto I.E.ME.S.T.) ed i geologi Aniello Aloia e Andrea Toni del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Alla TAVOLA ROTONDA “Verso il Geoparco di Pietraroja”. Interverranno il Presidente Nazionale dell’Ordine dei Geologi dr. Gian Vito Graziano, l’Assessore alla Cultura della Provincia di Benevento, ing. Carlo Falato, il Sindaco di Pietraroja Lorenzo Di Furia, il Direttore del Museo di Scienze Biomediche dell’Università di Chieti Prof. Luigi Capasso; il Direttore del Dipartimento di Studi Geologici ed Ambientali dell’ Università del Sannio Prof. Filippo Russo; il Direttore del Dipartimento di Conservazione dei Beni Architettonici ed Ambientali dell’Università Federico II Napoli. Prof. Mario Coletta. Moderatore Dr. Lorenzo Benedetto (Tesoriere dell’ Ordine dei Geologi della Campania). Incontri con la Paleontologia è patrocinato dalla Regione Campania, la Provincia di Benevento, il Comune di Pietraroja, l’Ufficio Scolastico Provinciale di Benevento e realizzate con la collaborazione dell’Ordine dei Geologi della Campania e dell’Istituto “De La Salle”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©