Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

In gara con " La grande bellezza", storia di Jep Gambardella

Cannes, Sorrentino unico italiano in gara


Cannes, Sorrentino unico italiano in gara
19/04/2013, 20:39

Si scaldano i motori al Festival di Cannes, che aprira' i battenti il prossimo 15 maggio: dopo una lunga attesa, e' stata svelata la lista dei film in concorso alla 66esima edizione della kermesse cinematografica che per dieci giorni terra' gli occhi di appassionati e non incollati sulla cittadina della Costa Azzurra. 

A concorrere per la Palma d'Oro quest'anno ci sara' anche il regista italiano Paolo Sorrentino, con il suo 'La grande bellezza': una nomination accolta con grande soddisfazione dal regista napoletano, alla sua quinta volta sulla Croisette.

La pellicola gira intorno a Jap Gambardella, un giornalista di 65 anni, uomo professionalmente affermato, di un fascino senza tempo, che con il suo lavoro racconta i vari aspetti di una citta' bella e complessa come Roma, muovendosi tra cultura alta e mondanita'. Una Roma bella e degradata, fatta di potenti, presenzialisti, immobiliaristi e contesse, ma anche di masse di turisti in coda per ammirare i monumenti di un'antichita' decadente. Per questo affresco, il regista napoletano ha chiamato Toni Servillo, Carlo Verdone e Sabrina Ferilli. 'Miele', esordio alla regia di Valeria Golino, sara' invece presentato nella sezione 'Un certain regard', che verra' aperta da 'The Bling Ring' di Sofia Coppola.

La giuria sara' presieduta da Steven Spielberg, ma per conoscere gli altri membri bisognera' attendere ancora qualche giorno, ha avvertito il direttore artistico del Festival, Thierry Fremaux, noto per le aggiunte all'ultimo minuto. Da settimane invece si conosce il nome della madrina, l'attrice francese de 'Il fantastico mondo di Amelie', Audrey Tautou, chiamata a succedere a Berenice Bejo e a presentare le serate piu' importanti della rassegna. Ad aprire la kermesse sulla Croisette sara' 'Il Grande Gatsby' di Baz Luhrmann con Leonardo di Caprio mentre la chiusura e' affidata a 'Zulu' del francese Jerome Salle, con Orlando Bloom e Forest Whitaker. Tra le pellicole in concorso, 'Only God Forgives' di Refn con protagonista Ryan Gosling, 'Inside Llewyn Davis' dei Fratelli Coen in una nuova collaborazione con John Goodman che affianca il protagonista Oscar Isaac, 'Venus in Fur' di Roman Polanski e l'ultima fatica di Soderbergh 'Behind the Candelabra' con Michael Douglas e Matt Damon nei panni, rispettivamente, del pianista Liberace e del suo amante Scott Thornson.

 

 

 

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©