Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Capri, mostra di Enzo Barni si chiuderà il 28 Luglio

Grande successo di visitatori

Capri, mostra di Enzo Barni si chiuderà il 28 Luglio
22/07/2013, 10:57

CAPRI - Ezio Barni in mostra a Capri. Fino al 28 luglio nella galleria d'arte Nabis a via Fuorlovado e nelle sale dell’Art Club Epochè, nella vicina Via Le Botteghe, in una mostra itinerante,  resteranno esposte le opere del famoso pittore monzese dello scorso secolo. L'artista nato  nel 1926 e scomparso nel 1997,  sin dagli anni Sessanta partecipa a importanti collettive nazionali conseguendo premi e segnalazioni. Nel 1967 avvia un ciclo di mostre personali edi gruppo, anche all’estero: negli Stati Uniti, a New York, Los Angeles, in Germania e in Svizzera. Realizza diverse personali anche in Italia, in particolare a Monza, in gallerie private e alla Galleria Civica, nel 1976 e nel 1985. Secondo le parole del celebre critico contemporaneo Paolo Biscottini: “la forza della pittura di Barni è nella dimensione narrativa, fra la tensione alla perfezione (bisogno di ordine, di una regolarità scandita da geometrie sapienti, cromie calibrate e terse, paesaggi immaginati, ma anche veduti e poi dimenticati, sedimentazioni dell’anima…) e il suo contrario (l’insinuarsi di un caos armonico, la frattura di ogni logica prospettica, cromie di inchiostri acquosi, quasi velature sovrapposte, paesaggi sognati e mai visti davvero…)”. Lo stile di Barni - nota Paolo Biscottini - è sorretto da un raro equilibrio tra il detto e il non detto, fra la realtà e il sogno, fra la bellezza e la sua umana impossibilità. Uno stile sorretto da una tecnica sicura, raffinata e resa complessa dall’uso di colori di diversa natura e dalla sovrapposizione di vernici, di colle e di carte giapponesi in un gioco di trasparenze e rugosità, sempre percorse da un segno grafico netto e guizzante. In ogni sua opera Barni sviluppa un racconto, piano, con calma, sorretto dalla ragionevolezza del suo pensare e dall’assurdità del sogno, cui si affidava amorevolmente, fiduciosamente. La mostra di Capri, che si è aperta con un vernissage affollato di esperti d’arte, appassionati e turisti italiani e stranieri,  è un omaggio dovuto ad un artista italiano le cui opere sono state inserite nei più importanti cataloghi dell'arte italiana, fra cui Bolaffi Arte.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©