Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Carlo Croccolo presidente onorario di CortoDino, il 18 dicembre la serata finale


Carlo Croccolo presidente onorario di CortoDino,  il 18 dicembre la serata finale
04/12/2012, 12:10

 

Il noto attore napoletano, protagonista della straordinaria stagione della commedia italiana al fianco di grandi attori e registi come Totò, Peppino De Filippo, De Sica, artista con una lunga e luminosa carriera divisa tra cinema,  teatro e infine fiction per le reti nazionali (ultima mirabile intepretazione nella serie “Capri”, nei panni di Totonno il pescatore), ha accettato con entusiasmo la presidenza di CortoDino offertagli dalla commissione organizzatrice del concorso:“Accolgo con piacere la nomina conferitami di presidente di CortoDino, premio dedicato alla memoria di  Dino De Laurentiis, un produttore, un amico, con cui ho più volte lavorato e che ha fatto grande il cinema italiano nel mondo.”

 “Ringrazio Carlo Croccolo per aver accettato la presidenza onoraria – ha replicato Filippo Germano, direttore del premio -,  la  sua personalità artistica,  la sua esperienza, ci aiuteranno a rendere sempre più prestigioso il premio e più efficaci  le azioni  per giungere alla diffusione della cultura cinematografica e alla scoperta di nuovi talenti.”

Carlo Croccolo, che nel corso del suo percorso artistico ha recitato  più volte  al Metropolitan di Torre Annunziata,   sarà presente alla serata finale del premio prevista per martedì 18 dicembre, alle ore 18,30,  presso il teatro San Francesco di Paola della città oplontina.

 

 

Proseguono le proiezioni

Intanto dopo l’inaugurazione di giovedì 29 novembre presso il liceo De Chirico con la prima visione dei cortometraggi finalisti della seconda edizione di CortoDino partono oggi anche le proiezioni presso le sale così come previsto dall’articolato programma organizzativo.   Una delle novità più significative di quest’anno è indubbiamente lo spazio offerto alla giuria popolare attraverso una serie di proiezioni che avverranno in centri sociali, uffici comunali e oratori parrocchiali dislocati sul territorio cittadino e non. Anche i comuni di Trecase e Boscotrecase, infatti, ospiteranno le proiezioni grazie alla collaborazione con alcune associazioni delle cittadine pedemontane. La giuria popolare sarà costituita dal pubblico presente alle proiezioni che potrà votare, grazie a delle apposite schede, per i film di maggiore gradimento. 

Gli organizzatori puntano quindi ad offrire al grande pubblico un genere, quello del cortometraggio, di solito confinato nelle piccole nicchie dei concorsi o delle prime visioni organizzate dagli autori e dai produttori. “Opere di ottima qualità che necessitano di un grosso lavoro per produrle e realizzarle – afferma Filippo Germano, presidente di Esseoesse Cultura e Ambiente - meritano certamente qualcosa in più prima di terminare il loro percorso sui polverosi scaffali delle mediateche. Consiglio al pubblico di non perdersi le proiezioni di quest’anno che garantiscono uno spettacolo di buon  cinema.”

Sono undici le opere finaliste che passeranno al vaglio della giuria popolare e della giuria tecnica, quest’ultima composta da esperti nei vari settori cinematografici: dalla regia alla recitazione, dalle musiche alla sceneggiatura. Oggi pomeriggio sono previste quattro proiezioni: dalle 15 alle 17 presso la Biblioteca Comunale e l’Ambito 15 di via Parini e alle 18,30 presso il centro sociale Poggioli e presso la parrocchia della Trinità in via Gino Alfani.

 

Al primo premio andrà un contributo di euro 300.00, targhe per il secondo e terzo posto e per il “ talento campano” e menzioni speciali nei vari settori.

E’ opportuno  sottolineare che il premio, per volontà degli organizzatori,  così come previsto dal bando di concorso, punta principalmente a mettere in luce giovani talenti.

 

Film in concorso

A mano libera 

di Stasi Giuseppe Gennaro - Roma, durata 1’30”

Perfetto   

di Corrado Ravazzini - Sassuolo, Modena ,  durata 11’

Il pedone avvelenato

di Lopez Manuel                  - Roma,  durata 10’

 Violetta la cortigiana      

di Casals David  - Sailette, Francia, durata 15’

 Barbie  

di Asgari Ali - Roma,          durata 15’

 Le tette di una diciottenne

di Luca Gennari - Roma, durata 8’

La vincitrice

di Alessandro Concas  -  Cagliari, durata  15’

 Vodka tonic               

Ivano Fachin Modica - Ragusa, durata 9’

 La visita

di Marco Bolla  - Busto Arsizio, Milano, durata 11’ 

 La mia città

di Domenico Manzo -Torre Annunziata, durata 3’

 La rapina

Lorenzo Cammisa - Casandrino, Napoli, ,durata 9’ 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©