Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

La Cantantessa vince il premio Tenco

Carmen Consoli: io, indignata per i tagli alla cultura


Carmen Consoli: io, indignata per i tagli alla cultura
12/11/2010, 21:11

MILANO – Arrabbiata per i tagli alla cultura. Carmen Consoli, fresca di premio Tenco, prima donna italiana a ricevere l’ambito riconoscimento, prende posizione a proposito della scelta del Governo di destinare meno fondi alla cultura: “ Ci dicono che il paese non puo' mangiare pane e cultura, e allora dovremmo forse mangiare pane e mafia?'.
La cantante catanese, per chiarire ancora meglio il suo pensiero, prende a prestito le parole di Peppino Impastato: “La cultura salverà il nostro paese dalla mafia: se non crei cultura, sovvenzioni le mafie”. Per la cantantessa (come ama definirsi) oggi si assiste ad un “raggiro” da parte di chi utilizza la legge “per legittimare i propri interessi e i propri misfatti E' fondamentale, quindi, aprire gli occhi su queste cose”.
Indignazione civile, dunque, che si mescola però al bel periodo lavorativo che sta vivendo: prima il Tenco (“Il sogno di mio padre” – dice lei –“Peccato che non possa vederlo”) poi l’uscita del nuovo album , dal titolo “Per niente stanca”, che uscirà il 16 novembre. Un greatest hits, il primo della carriera, sul quale Carmen scherza, in perfetto stile siciliano: “Ma quale best! Viva sugno!”.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©