Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Carnevale di Maiori, domani il gran finale


Carnevale di Maiori, domani il gran finale
20/02/2010, 12:02


AMALFI - Solo la pioggia ha guastato la festa nel giorno di martedì grasso. Ma, domani, domenica 21 febbraio, nel giorno che chiude le tre settimane di eventi, i cinque carri allegorici allestiti in questi dai maestri maioresi saranno regolarmente in strada. Anche in caso di pioggia. Così, Maiori, torna a rivolgere il proprio invito a quelle migliaia di persone che, nonostante le avverse condizioni atmosferiche dei giorni scorsi, hanno comunque popolato la cittadina della Costa d’Amalfi per il Gran Carnevale realizzato dal comitato cittadino col sostegno della Provincia di Salerno e del Comune di Maiori, Assessorato al Turismo, e con la collaborazione della Regione Campania e dell’Ept.



L’inizio dell’ultimo giorno di festa, è previsto alle ore 10 presso il porto turistico all’interno del Palateatro con musica, divertimento e il “Fantastico Mondo delle Favole”. Alle 15 apertura sfilata dei Carri Allegorici, con partenza da Via N. Chiunzi ed arrivo al Porto Turistico con esibizione dei gruppi di ballo. Parata del “Fantastico Mondo delle Favole” con coreografie a tema. Alle 22 premiazione dei carri allegorici e gruppi di ballo e grande spettacolo pirotecnico. Il Gran Carnevale di Maiori si chiuderà con una serata disco. Cinque sono le opere in concorso: “Porci Italiani” a cura del gruppo “Schizzichea”, “Pronti al Decollo” dell’associazione “I Monelli”, “Annibale L’Americano” del gruppo “Nuovi Pazzi”, “Affari Tuoi” dell’associazione “Scherzi a Parte ‘93” e “Il Bruco Danzante” del gruppo “I Soliti Igno..Ti” e dell’associazione “Scugnizza”. Il Gran Carnevale di Maiori nacque nel 1969, quando l'intera popolazione decise organizzare una grande festa coinvolgendo tutti i paesi della Costiera Amalfitana: da Cetara a Tramonti, da Minori ad Amalfi. I carri venivano costruiti nel centro del paese in modo da favorire la partecipare attiva di centinaia di persone. Ma fu agli inizi degli anni '80 che il Carnevale di Maiori raggiunse l’apice, acquistando fama e importanza, soprattutto per la presenza di spettatori. Un successo che consentì a Maiori di guadagnarsi il titolo di “Secondo Carnevale d'Italia”. Secondo solo a Viareggio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©