Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Casagiove, il Generale Masiello a Marzo in Afghanistan con i suoi parà


Casagiove, il Generale Masiello a Marzo in Afghanistan con i suoi parà
17/01/2011, 13:01

CASAGIOVE - Come pianificato dagli Stati Maggiori della Difesa e dell'Esercito, in collaborazione con il COI (Comando Operativo Interforze) si stanno succedendo le partenze di Paracadutisti verso l'Afganistan, per arrivare entro Marzo alla completa sostituzione dell'attuale contingente attualmente comandato dal Generale di Brigata Belacicco. Per i numeri coinvolti e la complessità dell'operazione, i trasferimenti vengono effettuati seguendo uno schema modulare che consente di inserire i nuovi arrivi nella Missione senza generare "black-out" o disagi operativi nella copertura delle numerose funzioni. Si sono recentemente trasferiti assetti e uomini del 186mo, mentre diverse unità erano già sul posto per il "passaggio di consegne" tra i vari uffici operativi. Il Comandante della missione ISAF WEST sarà il Generale di Brigata Carmine Masiello, di Casagiove, dallo scorso 24 settembre a capo dei Paracadutisti della Folgore, la cui partenza dovrebbe avvenire non prima di Marzo. Al suo comando ci saranno diversi "assetti" provenienti da altre unità dell'Esercito, dai carristi agli specialisti di trasmissioni, per citarne solo alcuni. Con il Generale Masiello partirà lo staff di Comando della Folgore. Uomini e funzioni rappresentati simbolicamente dalla Bandiera di Guerra: quando quest'ultima lascerà la teca dove viene custodita nell'ufficio del Comandante, sarà il segnale dell'inizio missione. Da quel giorno, la Folgore in Italia si chiamerà "DISTACCAMENTO" e rimarrà agli ordini del Vice Comandante Pietro Robezzo. La partenza della Brigata Folgore comporta una serie di ingenti spostamenti di materiali, coordinato dal COI di Roma, che si occupa dei trasporti aerei, terrestri e marittimi di ogni materiale, attingendo a mezzi anche civili, come navi oppure i giganteschi ANTONOV in caso di oggetti particolarmente urgenti ed ingombranti. Ogni Reggimento predispone i propri containers all'interno dei quali trovano posto materiali ed equipaggiamenti di ogni tipo. Il COI provvede a prenderli in carico tramite fornitori di propria fiducia per il successivo inoltro. La Brigata Folgore è favorita dalla vicinanza al porto, che agevola e rende più economici i carichi in partenza. Il passaggio finale di consegne tra i due comandanti ( TOA- transfer of authority) avverrà quando tutte le pedine organizzative saranno al proprio posto e dopo che sarà stato fatto un breve periodo di affiancamento tra gli ufficiali, sottufficiali e graduati responsabili dei vari servizi. Al Generale Masiello ed ai suoi uomini vanno l'ammirazione della città di Casagiove, di tutti i casertani e campani, con l'auspicio e l'augurio che la sua missione possa concludersi senza perdite e con la consapevolezza che la Pace sarà ancora più vicina di prima.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©