Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Caseifici e allevamenti aperti nel weekend dell’Immacolata


Caseifici e allevamenti aperti nel weekend dell’Immacolata
06/12/2011, 11:12

Caserta, 6 dicembre 2011 - Il 10 e 11 dicembre i caseifici aderenti al Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana dop apriranno le loro porte a chiunque vorrà scoprire dove e come nasce un orgoglio del made in Italy: la mozzarella di bufala campana Dop. Per l’occasione saranno filati oltre 1000 kg di mozzarella e messi in palio 200 kg di prodotto, in un’estrazione creata ad hoc per celebrare l’iniziativa.

“Bufala Open Day” è la nuova iniziativa di promozione promossa dal Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop. Gli allevamenti e i caseifici dell’area geografica Dop di produzione fra Caserta e Salerno apriranno le porte per permettere a tutti di scoprire come nasce un prodotto unico al mondo.
Il weekend della festa dell’Immacolata celebra l’eccellenza di questo prodotto, con un fitto programma di iniziative e tour guidati per assistere a ogni fase della lavorazione, dalla filatura alla mozzatura. Famiglie, viaggiatori gourmet, consumatori e appassionati potranno visitare i luoghi di produzione della mozzarella Dop e vedere all’opera i mastri casari, avere suggerimenti su come conservare la vera Mozzarella di Bufala e su come esaltarne il gusto a tavola. Ma soprattutto potranno conoscere da vicino quell’animale straordinario da cui tutto ha origine: la bufala di razza mediterranea italiana, grazie alle visite negli allevamenti bufalini.

A completare il programma saranno le degustazioni di prodotti tipici e le attività di animazione per i bambini. Il Consorzio di Tutela ha siglato inoltre delle convenzioni con strutture ricettive (alberghi, agriturismo, country house) e ristoranti impegnati nella valorizzazione in cucina della mozzarella di bufala campana, per offrire a tutti i visitatori soggiorni e menù gourmet a prezzi speciali. L’elenco completo degli allevamenti e dei caseifici di “Bufala Open Day” e delle strutture convenzionate è consultabile sul sito ufficiale www.mozzarelladop.it .
“Con questa iniziativa puntiamo a far comprendere e radicare sempre più nei consumatori la differenza tra la mozzarella di bufala campana Dop e le altre mozzarelle in commercio, invogliandoli al consumo esclusivo del prodotto Dop. Il marchio europeo offre un enorme valore aggiunto in termini di qualità e di genuinità, tutti lo potranno verificare partecipando alla due giorni di appuntamenti – commenta Domenico Raimondo, presidente del Consorzio - La mozzarella di bufala campana si candida anche ad essere un vero e proprio attrattore turistico per viaggiatori gourmet, in grado di dare visibilità e risalto alle aree del territorio campano connesse con la produzione. Il progetto è dunque in piena continuità con la campagna lanciata a inizio anno “O è così, o non è”, tesa proprio ad evidenziare l’eccellenza del prodotto Dop.”
DOP - È l’unica mozzarella in commercio ad aver ottenuto il riconoscimento europeo della DOP. Il disciplinare di produzione – approvato sia dal Ministero Italiano dell’Agricoltura sia dall’Unione Europea - prevede l’utilizzo di solo latte intero di bufala - oltre al caglio e sale – proveniente da allevamenti presenti nella tradizionale zona di origine (centro-Sud Italia: Campania - province di Caserta e Salerno, parte della provincia di Napoli e Benevento -; Lazio - comuni delle province di Latina, Frosinone e Roma -; Puglia -piccola parte della provincia di Foggia; Molise -il Comune di Venafro-). Nel 2010 sono state prodotte circa 36.000 tonnellate di Mozzarella di Bufala Campana, di cui il 25% esportato. Le province di Caserta e Salerno rappresentano circa il 90% della produzione certificata nell’intera area DOP. I numeri della DOP (dati 2010): Caseifici certificati 116, Produzione DOP ca. 37.000 t., fatturato alla produzione ca. 300 milioni di euro, fatturato al consumo ca. 500 milioni di euro, addetti compreso indotto 20.000 unità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©