Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Caserta: presentato calendario invernale


Caserta: presentato calendario invernale
12/12/2009, 19:12

Parte con le sperimentazioni del progetto “Le Luci e la Pietra. San Leucio design lab 2009” il cartellone di eventi invernali promosso dall’Ente provinciale per il turismo di Caserta. Da domani sera, domenica 13 dicembre, alle ore 18, il sito di San Leucio si trasformerà in un laboratorio di design applicato all’arredo urbano, grazie alle opere e all’illuminazione dei migliori designer italiani, con la direzione artistica dell’architetto Giuseppe Coppola.
Il calendario di appuntamenti è stato presentato oggi in conferenza stampa dall’assessore regionale al Turismo Riccardo Marone, dall’amministratore dell’Ept di Caserta Enzo Iodice, dal sindaco della città Nicodemo Petteruti, dal funzionario direttivo Vega De Martini, in rappresentanza della Soprintendenza ai Beni culturali, e dai direttori artistici delle manifestazioni.
“Un programma ricco, frutto di una sinergia istituzionale che è diventata un metodo di lavoro eccellente per il territorio della provincia di Caserta”, ha ricordato Iodice. “Dopo il successo della Reggia delle Meraviglie – ha ripreso l’amministratore dell’Ept – proponiamo ancora eventi di grande qualità artistica e nel contempo di grande richiamo turistico”.
Gli eventi sono finanziati dalla Regione Campania, “che ha creduto a un progetto complessivo di sviluppo”, ha sottolineato Marone e poi ha aggiunto: “A Caserta c’è una bellissima stagione invernale, inserita in una complessiva strategia regionale: per la prima volta in Italia, infatti, in una sola regione si organizza una stagione turistica intorno a un tema forte, che viene declinato in tutte le province e che a Caserta sta facendo registrare risultati straordinari, in un rapporto di vera collaborazione tra Regione, Ept e Comuni”. In Terra di Lavoro la sfida è stata già premiata finora “con un incremento dei turisti nell’ultimo periodo pari al 50 per cento”, ha annunciato Iodice. “La Reggia e la Soprintendenza – ha fatto notare Vega De Martini – hanno un ruolo di primo piano in questo cartellone e si consolida l’idea di Palazzo Reale anche come contenitore di arte contemporanea, come testimonia la mostra di Tatafiore, che sarà inaugurata il 18 dicembre negli spazi della collezione Terrae Motus”.
Soddisfatto il sindaco Petteruti: “Grazie anche all’assidua presenza e al sostegno dell’assessore Marone, Caserta si conferma una città viva, dinamica, epicentro di eventi, cultura e nuovo slancio economico, come mai era accaduto prima”.
Gli appuntamenti programmati spaziano dalla musica alla pittura e all’architettura, offrendo opportunità per le esigenze di ogni tipo di visitatore. Ecco in dettagli gli eventi:

13 dicembre - 16 gennaio 2010: “Le Luci e la Pietra. San Leucio design lab 2009” a San Leucio. Direttore artistico l’architetto Giuseppe Coppola, che ha spiegato così il legame tra il sito e il design: “L’identità di San Leucio è legata all’industria e all’utopia. La produzione industriale della colonia è l’antesignana di quello che è oggi il design, mentre l’utopia è luogo di idee e con questo progetto sperimentiamo proprio qui l’idea di un design che interagisce con gli spazi urbani”. Gli artisti coinvolti sono: Cinzia Anguissola D’Altoè, Giuseppe Coppola, Laura Cristinzio, Riccardo Dalisi, Setsu e Shibnobu Ito, Ugo Marano, Felix Policastro, Daniela Puppa, Franco Raggi, Patrizia Scarzella.

18 dicembre - 31 gennaio 2010: “Metafisiche del colore del terzo millennio”, 22 opere pittoriche dell’artista Franco Viola al Museo di arte contemporanea della città di caserta, presso il Belvedere di San Leucio. Direttore artistico Massimo Sgroi. “Viola è uno dei migliori neo-espressionisti d’Europa, accolto con successo soprattutto in Germania – ha dichiarato Sgroi – All’origine di questo evento c’è l’idea di cultura come risposta all’illegalità e anche alla sovrabbondanza dei messaggi mediatici”. Il 13 gennaio convegno sul tema al Belvedere con l’intervento, tra gli altri, del critico dell’Herald Tribune, David Galloway.

18 dicembre-20 marzo 2010: Mostra “I maestri di Terrae Motus: Ernesto Tatafiore” a cura di Mario Franco. Presentazione alla stampa il 17 dicembre su iniziativa della Soprintendenza ai Beni culturali.

Gennaio – Marzo 2010: Versione invernale dei “Percorsi di luce” alla Reggia di Caserta. Un nuovo grande evento serale nelle sale e nelle stanze di Palazzo Reale, fra luci, suoni, video, accompagnati dalla voce di Giancarlo Giannini. Un’esperienza unica, vissuta nella scansione del concetto ‘Tempo’, in due diverse e contrapposte interpretazioni, entrambe riassunte nel titolo ’Tempo Reale’. Tempo Reale, nel senso di Real Time, l’ora e il contemporaneo, e di Royal Time, l’antico, l’epoca di Re e Regine. Due aspetti di un medesimo significato temporale, due istanti paralleli. Lo scopo è quello di vivere un’esperienza dove per una magia o per una deviazione della nostra fantasia si incontrano il Real Time e il Royal Time. Sarà l’incontro con l’idea del maestro Vanvitelli e con la sua genialità nel costruire il mirabile scalone, momenti figurati di presentazione e magnificazione del Re, il padrone di casa, che ne proiettano il suo significato in un’accezione di senza tempo, di perenne futuro.

26 dicembre - 06 gennaio 2010: Il Presepe vivente del ‘700 napoletano alla Vaccheria, a cura della Proloco “L’antico borgo”. Direttore artistico Giovanni Marino. Il Presepe vivente è ormai entrato a pieno titolo tra le manifestazioni culturali più visitate in Terra di Lavoro (30mila paganti durante la scorsa edizione) ed è giunto alla sua XII edizione. Un affascinante viaggio alla scoperta della Nascita di Cristo, attraverso un sentiero che mostra la vita quotidiana di un’epoca ormai estinta da tre secoli, in un luogo inconfutabilmente campano, la Frazione della Vaccheria a Caserta, voluta da Ferdinando IV nel 1773 come riserva di caccia ed allevamento sperimentale di bovini.



2 gennaio ore 19.00: Concerto di Capodanno nella Cappella Palatina della Reggia con la Nuova Orchestra “Scarlatti” diretta da Aldo Sisillo.


Fino al 10 gennaio: Mostra “La Reggia e le Regine”, nella sala di Alessandro della Reggia di Caserta, con l’esposizione di abiti autentici delle dinastie regali e di abiti da film della Collezione Tirelli Costumi. L’iniziativa s’inserisce nell’ambito del progetto “La Reggia delle Meraviglie”.



Fino al 20 gennaio: Prosegue la mostra “Invito al Cremlino” negli appartamenti storici della Reggia, a cura di Camera di Commercio e Soprintendenza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©