Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

Castellabate, al via le nuove borse di studio per un viaggio-premio in Germania


Castellabate, al via le nuove borse di studio per un viaggio-premio in Germania
13/10/2009, 11:10


Una settimana vissuta come studenti tedeschi, ospiti di una famiglia di Blieskastel, con l’ingresso a scuola alle 8 e giornate trascorse tra lezioni curriculari e visite guidate ai principali monumenti della città e della regione del Saarland. È l’esperienza che, nei giorni scorsi, hanno potuto fare gli alunni-modello di Castellabate grazie alle borse di studio istituite con delibera della giunta comunale presieduta dal sindaco Costabile Maurano.
Un’opportunità che sarà offerta anche al termine di questo anno scolastico ai migliori studenti degli istituti comprensivi di Castellabate-San Marco e di Santa Maria, che conseguiranno la media di voti più alta nelle classi dove si studia la lingua tedesca. In questo modo, fin dall’avvio delle lezioni gli alunni possono fare del loro meglio per concorrere alle borse di studio e usufruire del viaggio premio. La scorsa settimana le tre alunne più brave dello scorso anno scolastico sono state a Blieskastel, la cittadina tedesca gemellata con il Comune di Castellabate, accompagnate dall’assessore alla pubblica istruzione e turismo Simona Federico e da un’interprete. Il soggiorno in Germania ha rappresentato per le studentesse una straordinaria occasione per approfondire la lingua straniera che hanno appreso sui banchi di scuola, ma anche l’opportunità di conoscere meglio questo Paese europeo. A loro arrivo sono accolte calorosamente nella scuola della cittadina e nella sede municipale, dove sono state salutate anche dal sindaco Annelie Faber Wegener. Nel corso del soggiorno hanno fatto visita agli edifici storici del Comune tedesco, al centro di scienze Dynamikus a Pigmasens, alla sede del consiglio regionale a Homburg e al centro montano di Fackel Wanderung. La visita della delegazione di Castellabate ha coinciso con la presenza a Blieskastel di un gruppo studentesco proveniente dalla Polonia. È stata un’ulteriore occasione di confronto fra i tre popoli europei che, attraverso i loro ragazzi, si sono riscoperti fratelli nel comune auspicio alla pace.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©