Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Castellammare, Biagio Izzo in “Guardami guardami”


Castellammare, Biagio Izzo in “Guardami guardami”
23/11/2011, 14:11

Castellammare di Stabia. Il suo volto è molto noto in Italia; la sua comicità è amata da un pubblico vastissimo. Si tratta di Biagio Izzo che sabato 26 e domenica 27 sarà a Castellammare di Stabia, presso il teatro Supercinema, per mettere in scena lo spettacolo “Guardami guardami”. La stagione teatrale del Supercinema è entrata nel vivo con uno degli appuntamenti più attesi. “Abbiamo registrato il tutto esaurito da più di una settimana – ha affermato l’attore Lello Radice, direttore artistico della stagione di prosa – e ne sono felice, è indicativo del fermento culturale in cui vivono gli abitanti di Castellammare di Stabia. Questa città ha voglia di rinascere e riscattarsi ma è necessario creare le condizioni affinché ciò possa avvenire. Con il cartellone teatrale realizzato abbiamo dato il nostro contributo in questa direzione”. “Guardami guardami” è uno spettacolo di Bruno Tabacchini e Biagio Izzo con Teresa Del Vecchio, Francesco Procopio, Federico Perrotta, Sabrina Pellegrino, Valentina Olla e con la partecipazione di Gino Cogliandro, regia di Claudio Insegno. E’ una farsa dell’amore con uomini e donne al centro. La vita coniugale di una giovane coppia fa da sfondo alla storia dove i protagonisti sono lui e lei. Lei ha una gran fede nell’amore “fonte del nostro essere che unisce le cellule della vita e crea intorno l’energia positiva che porta verso la realtà assoluta”. Lui pensa invece che l’amore sia peggio di uno tsunami: una forza della natura, un tornado che può abbattersi sulla propria casa. Lei non sopporta il l’idea che lui la tradisca, nemmeno col pensiero. Lui non ha altri pensieri che quello. Lui trova il rimedio nella capacità di ipnotizzare le donne. Il colpo di teatro, infatti, è un fluido che, attraverso lo sguardo magnetico, il movimento delle mani e il suono della voce, consente a Biagio (Vito Prudente nella storia) di addormentare le sue donne. Lui dice “guardami…guardami…” e queste cadono addormentate ai suoi piedi. Una commedia sulla vita, con uomini e donne, polarità opposte ma complementari, alla ricerca perenne di una dimensione dove si possano incontrare.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©