Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

‘Uniti per Cristo’ e ‘Generazione senza Confini'

Cavani alla manifestazione musicale "4 Giornate per Napoli"


Cavani alla manifestazione musicale '4 Giornate per Napoli'
19/09/2010, 12:09

Oltre 4mila persone hanno affollato venerdì sera 17 settembre la storica Piazza Dante per la prima serata dell’evento ‘Le 4 Giornate per Napoli’, organizzato dalle associazioni evangeliche ‘Generazione senza confini’ e ‘Uniti per Cristo’. Grande protagonista della serata il giocatore de Napoli Edinson Cavani accompagnato dalla moglie Maria Soledad. Il numero 7 del Calcio Napoli, che ha voluto fornire la sua testimonianza alle tante famiglie e ragazzi presenti in piazza, ha ritirato una targa ricordo donatagli dai giovani dell’associazione ‘Generazione senza confini’. “Sono qui non per parlare di calcio ma per dare il mio contributo di uomo di Dio – ha dichiarato un Cavani visibilmente commosso al suo padre spirituale Gaetano Sottile al momento della consegna della targa. Come nel giorno della mia presentazione voglio ancora una volta ringraziare Gesù, è stato Lui a scegliere per me e indicarmi la strada per Napoli. Ringrazio Dio per avermi donato la gioia di diventare padre – ha proseguito Cavani, parlando della moglie Maria in attesa di un bambino da pochi mesi. Ci siamo ambientati bene in questa città così calda e calorosa, speriamo di rimanere qui a lungo”. Anche la consorte Maria Soledad ha voluto prendere la parola salutando dal palco i tifosi che invocavano a gran voce il nome del ‘Matador’. Dopo il suo intervento e la consegna della targa, Cavani ha voluto comunque restare in piazza per assistere a tutto lo spettacolo, fermandosi poi a fine serata con i tifosi per firmare autografi e scattare insieme a loro foto ricordo. La serata è continuata con l’esibizione di band musicali giovanili e del cantautore argentino Esteban Pronesti. Infine l’intervento di Gaetano Sottile che ha effettuato un parallelismo tra le quattro giornate di Napoli in cui tanti decisero di ribellarsi al dominio tedesco e l’impegno della Chiesa per salvare le anime perse di questa città. Sabato 19 settembre ultima serata con la testimonianza di Caroline Celico, moglie di un altro ‘Atleta di Dio’ Ricardo Kakà. Si ricorda che l’evento è completamente gratuito.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.