Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

L'attore isolato dall'industria cinematografica

Caviezel senza lavoro dopo la "Passione di Cristo"


Caviezel senza lavoro dopo la 'Passione di Cristo'
03/05/2011, 18:05

"La Passione di Cristo" non ha portato molta fortuna a Jim Caviezel che ha vestito i panni del "re dei re" nel film di Mel Gibson. "Questo ruolo è stata una croce da portare", ha dichiarato l'attore.
Sembra infatti che dopo aver realizzato la pellicola, sia stato isolato dall'industria cinematografica. Eppure Mel Gibson l'aveva avvisato. "Dopo potresti avere problemi", gli aveva detto. Caviezel che ha rivelato di essere cattolico fervente, non si è però tirato indietro, dopo i numerosi avvertimenti, di fronte al progetto di realizzare il film, girato nel 2004.
Mentre Mel Gibson è stato al centro delle polemiche a tal punto da essere definito antisemita, Jim si è sentito respinto dall'industria cinematografica. Nonostante tutto l'attore confessa di non aver nessun rimpianto. "Dobbiamo abbandonare il nostro nome, la nostra reputazione, la nostra vita pur di dire la verità", ha detto.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©