Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

A Boscoreale iniziative mirate per i giovani scolari

Celebrazioni del IV Novembre pensando al 150° anniversario


Celebrazioni del IV Novembre pensando al 150° anniversario
03/11/2011, 14:11

BOSCOREALE: Domani si svolgeranno le celebrazioni del 4 novembre, in ricordo del Giorno dell’Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate che  segneranno il momento conclusivo dei festeggiamenti del 150°anniversario dell’Unità d’Italia. Anche i comuni della zona vesuviana si preparano a questa ricorrenza. Il comune di Boscoreale ha promosso iniziative che coinvolgono in particolar modo la popolazione giovanile in età scolare, quale suggello conclusivo delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Il programma delle celebrazioni prevede, infatti, per la mattinata di domani una visita guidata alla caserma “Raffaele Libroia”, sede del Battaglione trasmissioni “Vulture”, di Nocera Inferiore, per gli alunni dell’I.T.C. “Vesevus”, che saranno accompagnati dall’assessore alla pubblica istruzione e cultura, Marialuisa Russomanno.
Sabato 6 novembre, inoltre,  alle ore 10.00 sarà celebrata una Santa Messa nella Parrocchia Immacolata Concezione. A seguire alle ore 10.45 corteo dalla Parrocchia a Piazza Pace. Subito dopo, alle ore 11.00, cerimonia alzabandiera e
deposizione di corona di alloro al Monumento ai Caduti di tutte le Guerre, con intervento del sindaco Gennaro Langella.
Alle ore 12.00, a chiusura dei festeggiamenti per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, la banda musicale del Santuario della Madonna Liberatrice dai Flagelli terrà unconcerto in Piazza Pace.
“Abbiamo accolto con piacere –hanno detto all’unisono il sindaco Gennaro Langella e l’assessore Marialuisa Russomanno- l’invito del Comandante del Battaglione trasmissione ‘Vulture’ organizzando una visita guidata alla caserma ‘Raffaele Libroia’ di Nocera Inferiore riservata agli alunni dell’I.T.C. “Vesevus”, che riceveranno anche un attestato per l’attribuzione di crediti formativi, quale occasione per far conoscere da vicino ai nostri giovani studenti l’Esercito Italiano, quale momento per avvicinarli ai nostri militari che quotidianamente svolgono un ruolo fondamentale per garantire la libertà, la sicurezza, la legalità e la pace”.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©