Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Cento artisti da tutto il mondo per una mostra internazionale ispirata alla natura e all'ambiente


Cento artisti da tutto il mondo per una mostra internazionale ispirata alla natura e all'ambiente
22/02/2011, 15:02

Napoli – Cento artisti da tutto il mondo per una grande mostra di illustrazione ispirata alla natura e all’ambiente: è Terra!, scelta dall’associazione culturale Kolibrì per la settima edizione del suo progetto Girogirotondo, cambia il mondo 2011 sul tema Terra Madre Terra, dedicato per l’occasione alla memoria di Angelo Vassallo, il «sindaco pescatore», paladino dell’ecosostenibilità ucciso dalla criminalità.

La mostra si inaugura venerdì 4 marzo alle ore 18.00 e sarà aperta al pubblico (gratuitamente) fino al 27 marzo 2011, nelle suggestive sale espositive dell’ex Asilo Filangieri, al centro storico di Napoli.

L’evento espositivo propone una straordinaria galleria di immagini ispirate alla Terra, che ne colgono gli aspetti poetici ed evocativi, materiali e spirituali, rivolgendosi a un pubblico di ogni età per sensibilizzarlo al compito di custodirla e di preservarne la ricchezza.

In esposizione, 200 opere di illustratori provenienti da 21 Paesi di diversi continenti, dall’Europa al Sud America, dal Medio Oriente all’Asia. Tra gli artisti italiani in mostra: Antonella Abbatiello, Giuliano Ferri, Emanuele Luzzati, Arianna Papini, Lucia Scuderi, Alessandro Sanna, Gek Tessaro e le napoletane Monica Auriemma, Rosaria Iorio e Marilina Ricciardi. Accanto a loro i francesi Eric Battut e Sandrine Lhomme, il ceco Stepan Zavrel, lo spagnolo Agustin Comotto, il russo Alexander Daniloff, la portoghese Teresa Lima, l’olandese Loek Koopmans, la danese Bente Olesen Nystroem, la sudafricana Joan Rankin, il messicano Gerardo Suzan, la brasiliana Cristina Biazetto e, ancora, artisti greci, sloveni, giapponesi, coreani, svizzeri, austriaci e tedeschi. Nelle loro opere la Terra è vista come habitat naturale che genera la vita nei suoi tre regni (minerale, vegetale e animale), culla ancestrale di storie, miti, riti e leggende e luogo dove il sacro si manifesta. Ma anche la Terra come archetipo del femminile, Madre Natura che collega diverse culture del mondo.

Le opere, di vari formati e dimensioni e realizzate con le tecniche più varie, seguono un percorso espositivo articolato in cinque sezioni: apre un corpus di 50 opere su La Terra nella Bibbia (dalla Genesi alla nascita di Gesù), seguito da La mia Terra, una rappresentazione del tema secondo le diverse sensibilità e culture degli artisti; seguono Miti, divinità e Terra Madre, ispirato alla mitologia, a credenze pagane e alle religioni del mondo, e Racconti e tradizioni popolari. L’ultima sezione, Una terra da preservare, è legata all’attualità e alle tematiche ambientaliste.

La mostra, ideata e promossa dal Messaggero di Sant’Antonio e dalla Diocesi di Padova e curata da Andrea Nante e Massimo Maggio, per l’esposizione organizzata per la prima volta a Napoli da Kolibrì nell’ambito di Girogirotondo, cambia il mondo – 2011 sarà corredata come di consueto da iniziative collaterali rivolte a bambini, ragazzi e adulti: incontri, reading e performance, visite guidate e laboratori creativi per le scuole (su prenotazione: 388 9337954), per l’occasione articolati sui temi dell’educazione ambientale e alimentare, della mobilità e del turismo sostenibili, dell’agricoltura biologica, del riciclaggio e della raccolta differenziata dei rifiuti, della conoscenza del territorio e delle sue tradizioni interculturali.

Il tema e le immagini delle opere in mostra ispireranno inoltre i testi dei laboratori di scrittura creativa condotti in alcune scuole del territorio campano dalla scrittrice Antonella Cilento con l’associazione Lalineascritta, mentre l’operatore teatrale Salvatore Guadagnuolo di Agita realizzerà performance sul rapporto tra uomo e natura con bambini delle scuole elementari e adolescenti della Costiera Sorrentina. Sulla madre terra intesa come madrepatria, culla di storie umane e valori alla base della legalità e dell’etica nazionale, venerdì 11 marzo alle ore 18.00, sempre nell’ex Asilo Filangieri (sede della Fondazione Forum Universale delle Culture 2013) si svolgerà un incontro con Bruno Cantamessa, presidente dell’associazione Kolibrì, che parlerà del suo libro per ragazzi La Costituzione: storie di ieri e valori di oggi (L’Isola dei Ragazzi edizioni).

Lunedì 21 marzo (ore 10.00), giornata mondiale della poesia e primo giorno di primavera, nella sede della Biblioteca dei e per i ragazzi della Fbnai (via Don Giovanni Bosco, 7) sempre nell’ambito del progetto, parte anche Pensieri spettinati, un ciclo di appuntamenti d’autore a cura di Kolibrì, in cui scrittori, attori, musicisti, poeti, illustratori incontrano bambini e ragazzi, genitori e insegnanti (date successive: mercoledì 6 aprile; giovedì 28 aprile; mercoledì 4 maggio; mercoledì 18 maggio; martedì 7 giugno. Su prenotazione: tel. 081 7511994 - 081 7516326, lunedì/martedì/mercoledì ore 9.00-14.00, referente Enza Perna).

Girogirotondo, cambia il mondo 2011 ha il patrocinio del Comune di Napoli, della Regione Campania, dell’Ufficio Scolastico Regionale e dell’UCSI nazionale. È realizzato in collaborazione con il Forum internazionale delle culture 2013 e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli; la Biblioteca Ragazzi della Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia; le Librerie Neapolis e Ubik. È in partenariato con la Fondazione Angelo Vassallo, il progetto Nati per Leggere, Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Ha il contributo di: Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia; Banco di Napoli SpA; Rivista Madre.

Girogirotondo, cambia il mondo è un progetto ideato da Donatella Trotta per l’associazione culturale Kolibrì. Dal 2005, scegliendo ogni anno un tema diverso di approfondimento, porta a Napoli mostre (e ospiti) di rilievo internazionale con un insieme di eventi rivolti a bambini e adulti, puntando a valorizzare l’arte, la letteratura e la creatività come strumenti comunicativi e formativi trasversali a ogni età, ambiente, contesto sociale.

Quest’anno ha tra i suoi obiettivi la promozione della conoscenza come consapevolezza critica del patrimonio di storie, valori e spiritualità legato alle terra e la diffusione di buone pratiche legate all’ambiente, allo sviluppo sostenibile, alla pace, all’educazione alla legalità e alle diversità culturali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©