Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Standing ovation per la pellicola dei fratelli Taviani

“Cesare deve morire” vince il David di Donatello


“Cesare deve morire”  vince il David di Donatello
06/05/2012, 11:05

ROMA  - La 56esima edizione dell’Oscar italiano del Cinema (David di Donatello), si è conclusa con una standing ovation per i due anziani registi del cinema nostrano, i fratelli Taviani (nella foto).  
La statuetta per il film “Cesare deve morire”, l ‘ha ritirata, Vittorio Taviani, ricevuta dalle mani di Sergio Castellitto. Visibilmente commosso Vittorio Taviani ha voluto ringraziare tutti e dedicare il film  agli  attori che si trovano nel carcere di  Rebibbia: “ stanno tutti guardando questo nuovo successo, loro e nostro" ha detto il regista.
“Cesare deve morire” è stato girato  in   stile docu–fiction  e  narra la messa in scena del Giulio Cesare di William Shakespeare da parte dei detenuti di Rebibbia. Il lungometraggio ha vinto l'Orso d'oro di Berlino 2012, riconoscimento che mancava all'Italia dal 1991, quando il premio venne vinto da La casa del sorriso di Marco Ferreri.  
Il David di Donatello è un premio cinematografico italiano, assegnato dall'Ente David di Donatello dell'Accademia del Cinema Italiano in diverse categorie e può essere considerato come l'equivalente per il cinema italiano del premio Oscar. Il premio prende il nome dalla celebre statua omonima una cui riproduzione viene assegnata ai vincitori durante la cerimonia di premiazione.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©