Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Saltata una frase davati a 110 mila spettatori

Christina Aguilera sbaglia l'inno nazionale al Super Bowl 2011

La cantante è stata subissata dai fischi


Christina Aguilera sbaglia l'inno nazionale al Super Bowl 2011
07/02/2011, 11:02

DALLAS (USA) - Sbagliare è umano, dice un antico proverbio. Ma quando ti chiami Christina Aguilera, sei una delle cantanti più famose del mondo e stai cantando live davanti a 110 mila persone, ci sono errori che non ti puoi permettere. E' quello che è successo ieri sera a Dallas, capitale del Texas, dove si svolgeva il Super Bowl, la finale del campionato di football americano. E' più di una partita, è una sorta di cerimonia laica, seguita negli States anche da metà della popolazione (e in Italia uno share del 50% non l'ha mai avuto neanche l'Italia che vince ai mondiali di calcio). Tra le varie cose, viene invitato un cantante famoso a cantare live l'inno nazionale, ognuno con una propria interpretazione. Qui c'è stato anche Michael Jackson, c'è stata Aretha Franklin e più o meno ogni cantante che conti. Ieri appunto toccava alla Aguilera che, forse per l'emozione di trovarsi davanti ai 110 mila spettatori dello stadio e ad altriu 150 milioni di persone che la guardavano in TV, ha clamorosamente steccato l'inno. La si vede nel video, quando fa un acuto, alzando anche un braccio: in quel momento sta ripetendo una strofa di due versi che già aveva cantato poco prima e non quella che doveva cantare.
La risposta del pubblico è immediata, perchè l'inno nazionale è sacro: giù fischi contro la Aguilera che sono proseguiti anche mentre la cantante prendeva rapidamente congedo e sgusciava via.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©